Utente 231XXX
Salve,

sono nato nel 1977 e a 10 anni (1987) sono stato operato per un testicolo ritenuto nel canale inguinale, dopo aver seguito terapie ormonali.
Dopo l'intervento ho effettuato ulteriori controlli e tutti medici, dal chirurgo all'endocrinologo, mi hanno assicurato che non avrei avuto necessariamente problemi di fertilità.
Mi sono sposato nel settembre 2010, per un anno abbiamo evitato gravidanze; di fatto, a causa di vicissitudini familiari che hanno causato stress e un incidente stradale che io e mia moglie abbiamo avuto insieme e che ci hanno procurato danni fisici, non abbiamo ancora fatto tentativi seri e mirati ad una gravidanza.
Ciononostante, io ho fatto uno spermiogramma per sicurezza (sono pure un po' ansioso) di cui riporto il referto:

ASTINENZA: 5 giorni (V.N. 2-7)
ASPETTO: Torbido
Colore: Avorio
Odore: Sui Generis
Volume: 2 ml (V.N. 1.5 ml)
pH: 7.8 (V.N. 7.2-8.0)
Viscosità: Normale
Motilità totale (10^6/eiaculato PR + NP(%)): 60% (V.N. >= 40%)
Progressiva PR (%): 50%
Non Progressiva PR (%): 10%
Immobile IM (%): 40%
Fluidificazione (min): Completa (V.N. 30'- 60')
Spermatozoi/ml: 35.000.000 (V.N. >= 15.000.000)
Spermatozoi/eiaculato: 70.000.000

Presenza nell'eiaculato di:
Emazie: NO
Leucociti: NO
Cellule spermatiche: NO
Muchi: NO
Detriti cellulari: Presenti
Agglutinato: NO

Morfologia:
Spermatozoi con aspetto normale: 60%
Spermatozoi con aspetto anormale: 40%
Anomalie della testa: 10%
Anomalie del collo: 20%
Anomale del flagello: 10%

L'esame è stato fatto in un centro privato per la PMA che dichiara di seguire il manuale WHO. Il responsabile del centro consiglia di provare a vedere se in 6 mesi si verifica una gravidanza naturale ed eventualmente tornare a porsi il problema (i numeri venuti fuori sembrano sufficienti). Nessuna cura mi è stata prescritta.
Mi chiedo se è credibile l'esito dell'esame e se è giusto il consiglio dato.
Sono ossessionato dall'idea di non poter procreare per cui spero che l'esame non sia stato negativo, come mi hanno fatto intendere.

Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

l'esame che ci invia, se fatto secondo WHO, non è normale è "ultranormale".

Se vuole capirci qualcosa si legga questo articolo del collega Biagiotti:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/925-spermiogramma-fertilita.html

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

Il mio parere è un po' diverso, L'OMS ha stabilito che un liquido seminale con più di 20 milioni di spermatozoi, dotati di motilità progressiva nel 40% garantiscano una "normale" capacità fecondante avendo rapporti abbastanza frequenti con donna giovane ed esente da patologie ginecologiche.
I vaolri normali sono una cosa un po' diversa.
tendo conto della sua storia clinica io consiglierei di ripetere l'esame seminale per valutare se i dati siano confermati o smentiti e consultare uno "specialista dei maschi" l'andrologo che potrà darvi gli opportuni consigli
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Intanto grazie ad entrambi per la risposta.
Qualora lo rifacessi, dovrei per forza rifarlo nello stesso laboratorio e nelle stesse condizioni?
E dopo quanto tempo? La raccolta è stata fatta 23/02/2013.
Intanto spero che le cose vadano bene, e spero che l'esito non sia una "bufala" diciamo così sdrammatizzando...

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

vedo che anche il collega Pozza ha le idee un pò confuse e non aggiornate e cita quindi parametri del liquido seminale che non corrispondono più alle indicazioni date dall'OMS nel 2010.

Detto questo poi se devo darle un consiglio ripeta l'esame e cambi laboratorio, verificando che quest'ultimo segua le indicazioni aggiornate, date dall'OMS, soprattutto se il figlio non viene.

Ancora un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Io sarei propenso a seguire il consiglio datomi nel centro dove ho fatto l'esame: fare 6 mesi di tentativi e poi valutare.
Soprattutto in considerazione del fatto che veramente non ci siamo messi di impegno, visto prima lo stress dovuto all'esserci occupati di parenti con problemi di salute e poi un incidente stradale che addirittura ci ha tenuto fisicamente lontani in case distinte per 3 mesi.
Non vorrei farmi prendere dalla fissazione e dall'ansia.
In ogni caso sono aperto alla discussione :)

Saluti a voi e buon lavoro.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

mi sembra il suo un atteggiamento saggio, da condividere.

Ci faccia sapere.

Ancora cordiali saluti.
[#7] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Mi è venuta in mente una domanda estemporanea: ma gli integratori alimentari che si vendono in commercio a base di zinco etc. sono realmente efficaci? Ho letto che vanno presi per 3 mesi almeno...

Grazie mille
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sull'efficacia degli integratori ci sono discussioni e pareri diversi e complessi, difficili da trattare in questo ambito.

Detto questo poi tutte le terapie indicate per problemi a livello del liquido seminale devono durare almeno tre mesi, cioè il periodo entro cui si forma e "matura" uno spermatozoo.

Ancora un cordiale saluto.