Utente 395XXX
salve a tutti sono michele da napoli, sono 2 mesi ormai che soffro di questo dolorino al pene e precisamente al glande, al tatto non noto niente, ma durante l'ultimo rapporto non sò se è stata il pensiero del dolorino. ma mi è smbrato che pian piano stessi perdendo la sensibilità.Il mio medico curante mi ha dato "terazosina teva" da 2mg,
30cp una al giorno x 30gg, ma fino ad adesso che ne ho prese 15, non noto nessun miglioramento.
Sono veramente preoccupato, potete darmi un consiglio in merito, ve ne sarei molto grato.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,
il sintomo da lei riferito è molto aspecifico e potrebbe essere causato da diverse e varie patologie dell'apparato uro-genitale. La terapia prescritta sembra indicare un problema prostatico. La Terazosina è infatti un farmaco alfa-litico che viene molto utilizzato soprattutto quando si hanno problemi a svuotare la vescica per un aumento della ghiandola prostatica. Detto questo, nulla noi possiamo consigliarle di corretto, se non di consultare appena possibile in diretta un esperto andrologo.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Caro Lettore,
con tutto il rispetto possibile per il suo medico curante non mi sembra che la terazosina possa risolverle il problema. Concordo con il Dott. Beretta sulla necessità di un consulto andrologico.
A distanza è veramente difficile fare ipotesi e si rischia di camparle in aria.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2007
vi ringrazio della risposta , vorrei aggiungere un evento verificatosi questa mattina, durante un rapporto non andato a buon fine piochè mi sono accorto che ho perso la sensibilità al pene ,adesso stò propio male e i pensieri non sono propio di quelli rosei,
vi ringrazio e vi auguro buona domenica.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
non perda altro tempo, si sta creando un corto cirtuito negativo che sta ipertrofizzando tutti i suoi problemi. Le ripeto che quadri clinici particolari e complessi come il suo non possono essere risolti tramite una e-mail e richiedono sempre una attenta valutazione clinica diretta prima di capire il problema e poi impostare le necessarie strategie terapeutiche. A questo punto bisogna fare una attenta valutazione clinica da parte di un andrologo .
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com