Utente 124XXX
Ho perso mio padre 2 mesi e mezzo fa.Ma un dubbio mi attanaglia, ossia la causa dell'exitus. Aveva 62 anni, in piena salute -svolgeva routinariamente analisi e quant'altro- una mattina si è alzato,fatto il caffè, ed ha accusato un dolore al centro del petto che lui ha definito come "dolore allo sterno".Dopo 1 minuto è caduto a terra, tentando di porsi in posizione laterale, come riferito da mia madre che era con lui.Giungo io imminentemente -in qualche secondo- e cerrco di voltarlo visto che si era accasciato sulle ginocchia e quindi di faccia a terra e vedo del sangue uscirgli dalla bocca,sangue che era già presente prima della caduta e quindi non ascrivibile a traumi o rotture all'interno del cavo orale.Abitiamo alle spalle dell'ospedale quindi i soccorsi sono arrivati subitissimo ma era già morto, ed anche io quando l'ho soccorso ho sentito se c'era il battito ma niente. Inoltre era cianotico in volto freddo umido e mi sembrò edematoso-il volto il collo mi sembrarono gonfi-. Il referto del 118 fù arresto cardio respiratorio irreversibile, quello del medico di famiglia sul certificato necroscopico,medico che tra l'altro vide mio padre 12 h dopo morte e che si basò sul rilievo di un orecchio viola, su ictus. Ora Vi chiedo, potreste darmi almeno delle coordinate ,visto che certezze sarebbero impossibile a meno che non avessi optato per una autopsia?Per favore mi serve per capirne di più....Grazie a tutti .Distinti saluti. N.M. PS ho dimenticato di dire che la sorella di mio padre è morta con lo stesse modalità,ed anche mia nonna paterna.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in genere, purtroppo, la morte improvvisa è da ascrivere a patologia cardiaca, come l'infarto acuto del miocardio, rottura di aneurisma aortico o a grave forma di aritmia con successivo arresto cardiaco. Le possibilità di salvezza in tali casi sono a volte pressocchè nulle per cui è difficile trovare rimedi. In considerazione della familiarità per tali morti, sarebbe necessario che i familiari di primo grado si sottoponessero a controlli cardiologici seriati, come almeno una visita cardiologica con ECG ed eventualemente ad un test da sforzo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio, ma secondo Lei la fuoriuscita di sangue dalla bocca non essendo correlata a trauma per la caduta ,da cosa è dipeso? è possibile che la rottura di un vaso porti a questa emorragia? distinti saluti N.M.