Utente 279XXX
salve sn un ragazzo di 19 anni da circa 6 mesi penso mi è comparsa una bollicina di piccole dimensioni sul lato destro della lingua, questa bollicina si presenta come aspetto come della pelle indurita che ha preso forma in quel modo. in seguito ad una rottura di un dente mentre mangiavo ed ad una sensibilità strana hai denti, mi sono rivolto ad un dentista che vedendo questa bolla non riscontra niente di anomalo, ma d'improvviso mi compare sotto al palato non so se l'ho sempre avuto, come una specie di puntino bianco che non fa male non si nota molto che sento solamente se ci passo la lingua sopra e sulle gengive superiori mi so comparsi altri 2 puntini sulle gengive puntini piccoli non infiammati il dentista presuppone sempre che non è nnt di allarmante. io vistoc he sono un tipo di ragazzo che mi preoccupo molto sono andato a farmi una visita max facciale e il chirurgo mi ha dettoc he ho fatto bene a venire e mi ha prescritto un intervento perche ha detto che la bolla deve essere rimossa e un esame istologico, ma non mi ha saputo rispondere su cosa era. ora sono confuso ho paura di avere un tumore sapete dirmi qualcosa in piu?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Gentile utente la risposta che le ha dato il dentista dicendo "non è nulla di allarmante" è lacunosa in quanto le formazioni presenti nel cavo orale possono rientrare, con estrema semplificazione, in due categorie:

1- formazioni anatomiche normalmente presenti, ed in tal caso non rientrano nel campo della patologia, oppure,

2- manifestazioni di carattere patologico alle quali deve corrispondere una precisa diagnosi.

E' poi vero che la maggior parte di queste manifestazioni patologiche siano di natura assolutamente benigna ed abbiano una prognosi buona, spesso anche in assenza di trattamento (ad esempio i piccoli mucoceli possono anche risolversi spontaneamente).

Una regola fondamentale in chirurgia orale è che qualsiasi formazione di carattere patologico (o presunta tale) non si risolva spontaneamente o dopo opportuna terapia in un periodo di due settimane vada sottoposta ad esame istologico.

Nel suo caso, essendo la lesione (o presunta tale) sulla lingua presente da circa 6 mesi, l'indicazione all'esame istologico c'è tutta.

Non è nulla di preoccupante non è una diagnosi.
Non è nulla.
O si tratta di normale anatomia ( e a questo punto tale formazione anatomica deve avere "un nome ed un cognome" che anche il dentista deve conoscere ) oppure è patologia (il cui "nome e cognome" saranno sul referto dell'esame istologico).

Se il chirurgo che l'ha visitata le ha fissato un intervento nel quale la presunta lesione andrà rimossa e sottoposta ad esame istologico è evidente che la sua ipotesi diagnostica propende per una qualche formazione di carattere patologico sulla cui natura non è possibile ipotizzare nulla in assenza di un riscontro clinico diretto.

L'esame istologico le fornirà una diagnosi precisa.

Noi possiamo, basandoci sulla statistica, dirle che è molto più probabile che si tratti di qualcosa che non deve farla star troppo in apprensione anche perchè, si fosse trattato di qualcosa di preoccupante, voglio ben sperare che anche nel dentista che l'ha visitata per primo si sarebbe sollevato il lume del sospetto.

Cordialità