Utente 303XXX
Buongiorno,
nel pomeriggio di due settimane fa ho avuto un piccolo incidente domestico, scivolando e cadendo sono andato a pugno chiuso e con il peso del corpo contro un piccolo cactus (Echinocactus grusonii).
Mi si sono conficatti una decina di aculei, prevalentemente nella zona delle prime falangi delle dita indice e medio (mano dx), non ho perso sangue , non ho avuto successive sintomatologie di infezioni e non ho ragione di pensare che gli aculei possano essersi spezzati rimanendo nella sottocute.

In quel momento il dolore non è stato particolarmente intenso, tuttavia già la sera stessa ho notato un leggero rigonfiamento (non sembrava dovuto ad un ematoma o ad un versamento) tra l'intersezione del metacarpo e la prima falange del dito medio ed il dito medio stesso aveva perso molta mobilità (non riuscivo a piegarlo a pugno).
Ho pensato fosse normale e non ci ho fatto particolare caso, dopo 3-4 giorni infatti il dolore era quasi completamente scomparso e la mobilità del dito era tornata normale.

Proprio in questo periodo sto seguendo un corso di arrampicata sportiva indoor, in cui vengono particolarmente sforzate le articolazioni ed i muscoli delle mani.
A distanza di due settimane dall'incidente e dopo un paio di corsi, è ricomparso il dolore al dito medio, solamente quando cerco di piegarlo a pugno o quando lo 'tiro' all'indietro (dolore a parte il moviemento e la funzionalità del dito è normale), il gonfiore c'è ma è molto lieve.

Non ho fatto ovviamente alcuna visita ne alcun controllo, ma visto il perdurare del dolore, seppur lieve, comincio a chiedermi se sia normale (e legato all'attività che faccio) oppure se ci possano essere complicazioni (tendini/legamenti lesionati, infiammati?) che richiedano di essere approfondite con visite specialistiche.

Ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

se il processo infiammatorio dovesse ripresentarsi, lo capisce facilmente per la comparsa di dolore e gonfiore.

Fino a quando i sintomi sono assenti, direi che non ci sono problemi.

Nel caso di una riacutizzazione, potrebbe effettuare un'ecografia della zona con sonda ad alta frequenza.

Buona notte.