Utente 231XXX
Buongiorno, ho 32 anni, una settimana fa esatta mi sono amputato la falange (distale?) del primo dito della mano sinistra. Sono Stato ricoverato e non è stato possibile riattaccare il pezzo del dito. Il taglio è avvenuto poco sotto all'unghia ed è stato fatto con una catena, quindi la dottoressa mi ha detto che i vasi erano bruciati, e il pezzo mancante non era riattaccabile.
Sono stato ricoverato qualche giorno e ho subito un intervento di normalizzazione nel quale credo abbiano "pareggiato" il dito e tirato su i tessuti fino alla chiusura del monconcino.
Ora sicuramente voi sapete quali possono essere i risvolti psicologici di una cosa del genere... non sto qui a scrivervi quello che sto vivendo, quello che sto passando... e le paure di non essere accettato senza un pezzo in meno.
Detto questo volevo sapere secondo la vostra esperienza alcune cose:

1) Con Circa 2.5 cm di pollice che tipo di recupero potrò avere? quali sono le cose piu comuni che non potrò più fare?

2) A livello di protesi, esisteno solo soluzioni estetiche? non si può fare altro?

3) All'ospedale alle dimissioni non mi hanno detto NIENTE!!!!! chiaramente sono nel panico, non so cosa potrò di nuovo fare e non fare... che cosa c'è sotto questa fasciatura? Ma è proprio impossibile mettere un pezzo anche rigido e prendere dei pezzi di carne da altre parti del corpo?

Ok, devo aver detto diverse scemenze immagino, ma spero possiate comprendere il mio stato d'animo... vi ringrazio anticipatamente per la vostra attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

esistono protesi estetiche in silicone personalizzate, praticamente perfette, ma nel momento che la inserisce perde la sensibilità del polpastrello.

Il fatto che non le abbiano spiegato nulla non è normale, ma anche lei poteva chiedere.....

Non esageri il problema: non credo proprio che possa non essere accettato perchè le manca un cm di pollice sinistro....

[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2006
Grazie per la celerissima risposta gentile Dott Leccese.
In realtà il polplastrello non c'è più... nel senso... non so se si riforma da quello rimasto, ma attualmente non c'è più niente.

Non riesco a capire che tipo di recupero funzionale potrò avere...
adesso a distanza di 4 giorni dall'operazione ho una sensibilizzazione stranissima... non reisco nemmeno ad infilarmi una maglietta...

Cmq la mia domanda, a parte l'estetica, è se lei sa che tipo di recupero si ha con un pollice di 2 cm...


[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Qhindi è stata amputata l'intera falange ungueale oppure è rimasta l'unghia ma è "saltato" il solo polpastrello ?

Cambia moltissimo, anche ai fini ricostruttivi.
[#4] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2006
Purtroppo è stata amputata tutta la falange ungueale...
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
In questo caso, può essere prelevata parte dell'alluce per ricostruire il pollice, se le interessa più l'aspetto funzionale che quello estetico, mentre le protesi in silicone sono esclusivamente estetiche.