Utente 301XXX
Salve,
sono stato operato 25 giorni fa per l'asportazione di una cisti all'epididimo. Circa 10 giorni dopo l'intervento mi è venuta una febbricola accompagnata da brividi di freddo lungo la schiena. Mi sono fatto visitare dal chirurgo il quale mi ha diagnosticato una epididimite da curare con un antibiotico per 5 giorni. La febbre è andata via ma sento ancora un leggero fastidio e l'epididimo è ancora ingrossato.
E' il normale decorso ? Devo aspettare perché ritorni alle dimensioni naturali ?
Nel ringraziare anticipatamente per la risposta, porgo i miei più cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Csro Utente,il decorso post opeatorio mi sembra normale ma non potendo vedere,rimane un'intuizione...Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 301XXX

Iscritto dal 2013
Ringrazio per la tempestiva risposta.
Mi chiedevo anche se posso riprendere l'attività sessuale o se è meglio ,ai fini di una più rapida guarigione, praticare un po' di astinenza.
Dopo quanto tempo è opportuno effettuare uno spermiogramma per valutare la qualita degli spermatozoi ?
Grazie ancora.
Cordialmente,
Utente 301941
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

è assolutamente normale che dopo l'asportazione di una formazione cistica epididimaria l'epididimo vada incontro ad uno stato infiammatorio ( non infettivo) con aumento di dimensioni, dolenzia, disagio.
Opportuna la copertura antibiotica prudenziale.In genere bla condizione si risolve in un paio di settimane.
L'attività sessuale, a mio parere, non influisce sul decorso della patologia infiammatoria comunque lo stato di dolore-disagio può rendere l'attività sessuale meno "appetibile"
Un controllo dello spermiogramma dopo almeno due mesi
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 301XXX

Iscritto dal 2013
Ringrazio ancora una volta per la risposta cordiale e veloce.
Immaginavo che fosse normale uno stato infiammatorio dovuto all'intervento e infatti sono stato sempre tranquillo.
Ho iniziato a preoccuparmi perché i sintomi sono aumentati man mano (è passato quasi un mese). Proprio da questa mattina avverto delle vampate di calore nella zona inguinale dal lato dell'epididimo interessato dall'intervento.
Si tratta di normale decorso dell'infiammazione o è opportuno un controllo di sicurezza ?
Non sono una persona allarmista ma ho letto più volte, proprio su questo portale, che un'epididimite non curata bene può portare ad una cronicità con problemi di fertilitò.

Cordialità
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,anche se,personalmente,nella massima parte dei casi,non consiglio di operare una cisti epididimaria,ininfluente sul potenziale di fertilità ,credo che solo eseguendo uno spermiogramma con coltura si possa monitorizzare lo stato delle cose,assieme ad un ecocolordoppler scrotale.Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 301XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dr. Pizzo,

ma devo comunque aspettare 2 mesi, come indicato dal Dr. Pozza?

Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...due mesi vanno bene.Cordialità.