Utente 201XXX
Salve dottori, ieri io e la mia ragazza abbiamo avuto un rapporto sessuale. Tutti i miei problemi sono iniziati con le sua parola "ancora".
Ebbene il mio pene non è stato in grado di avere una seconda erezione nonostante erano ormai passati 10 minuti.
Oggi volevo fare una prova masturbandomi.
Durante la masturbazione la prima erezione è arrivata senza grossi problemi e sono venuto.
Poi ho atteso 5 minuti e ho ricominciato ma dopo15 minuti di masturbazione ho dovuto smettere, l'erezione non arrivava.
Ho atteso 10 minuti e ho ricominciato per altri 5 ma niente da fare... Alchè mi sono stufato.
Conclusione il mio apparato genitale non è stato in grado di recuperare l'erezione in 35 minuti nonostante avessi fatto due pause.

Cosa mi consigliate? Io devo dar piacere alla mia partner...
Ho pensato che forse masturbandomi tutti i giorni e cercando una seconda erezione ogni volta pian piano il mio corpo si abitua(in fondo il nostro corpo è una macchina straordinaria che si adatta)...
Aspetto vostri urgenti consigli!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,allontani le fantasie e consideri che la mancata ripetizione del coito nella stessa seduta non è in alcuna maniera da considerarsi un evento negativo.Spesso tale "necessità" è legata ai tempi diversi di orgasmo tra il partner maschile e quello femminile.Accanirsi o "allenarsi" da solo per raggiungere l'obiettivo è inutile e potenzialmente controproducente per l'equilibrio psico-fisico-sessuale.Più saggio è puntare ad un prolungamento del primo rapporto,grazie anche alla perizia di un esperto andrologo e,eventualmente,di uno psicosessuologo,cui La rimando.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile giovane utente,
leggendo lo storico dei suoi consulti, emerge già una certa preoccupazione riguardante la sfera della sessualità, genitalità, relazione....
La sfera intima non è misurabile, quantizzabile, con modalità algebriche o numeriche, ma la relazione, l'intimità, la sessualità è molto più della semplice somma di masturbazione, erezione, eiaculazione....
Non è accanendosi che troverà serenità e spensieratezza, né praticando autoerotismo come se fosse una allenamento da camera, ma conoscendosi bene ed a fondo, piega per piega psichica, correlata alla poliedrica sfera della sessualità e coppia.

Il corpo non è affatto una macchina, né si abitua, mi dispiace deluderla, ma segue le emozioni, il desiderio, l'ansia e quant'altro abita la vita sotto le lenzuola
[#3] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Salve dottori. Vi scrivo per dirvi che ora sono tranquillo. Pochi giorni fa io e la mia partner abbiamo avuto un rapporto. Purtroppo io come di consueto con lei ho avuto un eiaculazione all'incirca dopo un minuto di penetrazione. (Con la mia ex non succedeva, forse c'era meno attrazione fisica), comunque attendendo una quindicina di minuti, forse venti, sono stato in grado di avere un'altra erezione e abbiamo ricominciato, La cosa ha dato fiducia in me in quanto questa seconda erezione non aveva limiti e avrei potuto continuare fino a mio sfinimento :)
Vorrei un vostro parere se possibile
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...ribadisco come non sia "conveniente" rifarsi al secondo rapporto nella stessa seduta,specialmente se la necessità derivi da un primo rapporto insoddisfacente.Nel tempo,con la maturazione sessuale,la convivenza ed il riferimento sessuale monogamo,corre il rischio di rimanere solo con il primo rapporto...
Consulti un esperto andrologo per godere dei benefici effetti di terapie empiriche,topiche e farmacologiche che la scienza andrologica garantisce nell'universo della eiaculazione precoce.Cordialità.