Utente 266XXX
Salve. Ho 21 anni. Da circa un anno fatico ad avere erezioni e soffro di eiaculazione precoce. Io pensavo fosse una cosa psicologica ma non è così... Infatti dopo aver fatto una visita con i risultati dello spermiogramma mi è stato detto che ho un'infezione e che la mia prostata era più grande di un terzo rispetto al normale. La spermiocultura non ha rilevato alcun battere perchè mi è stato spiegato che è intracellulare. Ho sentito delle mie vecchie partner e ho scoperto che una di loro si è curata da poco dalla clamidia. Io quindi ho questa infezione da circa 4 anni. Adesso sto seguendo una cura con bassado e zitromax da una settimana e 4 giorni, ma ancora nessun miglioramento di alcun tipo.. La mia domanda è.. può essere che questa infezione sia diventata incurabile? c'è la possibilità che io rimanga così per sempre? Posso ritornare come prima o ormai è troppo tardi? Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,accanto al programma terapeutico legato alla,non dimostrata,infezione,consiglierei di estendere la diagnosi anche al comparto vascolafre con un ecocolordoppler penieno ed ormonaleLa prostatite si cronicizza facilemnte ma ,con paziente,si cura e si debella.Cordialità.