Utente 311XXX
Una paio di settimane fa la mia ragazza dopo avermi masturbato abbastanza 'focosamente' e aver terminato il tutto e rimettendoci in piedi notiamo sul mio pene all'estremità dove c'è la pelle che ricopre il glande un grande rigonfiamento, premetto che durante l'atto sentii uno dcatto che fece il mio pene ma non mi provocò dolore, comunque scendemmo e il rigonfiamento fu sostituito da un enorme livido, l'ho tenuto per circa 2 settimane, ora però sto notando che se stringo la vena che mi si allivvidì provo fastidio, ma se ho un'erezione o ho rapporti non mi da eccessivo dolore.. Potere dirmi cosa fare? Grazie mille in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gen.mo utente

Probabilmente si tratta di una infiammazione da traumatismo indotto dalla,eccesiva masturbazione, dove l'astinenza e la normale routine igenica le consentiranno di rintrare nella normalita', le sia da monito per il futuro.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Quindi mi assicura che se non svolgo attività per un po questo fastidio passa? E precisamente quanto deve durare questa astinenza? Grazie dottore.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Per assicurare e per precisare dovrei vedere di cosa si tratta, da questa postazione posso solo ipotizzare.

Cordialita'