Utente 284XXX
Buonasera, non so davvero più cosa fare, se stare ferma ad aspettare tanto...io non riesco a capire non so davvero cosa fare, mi spiego: mi porto dietro da anni un dolore al braccio sinistro, mesi fa accanto a questo dolore si sono aggiunti problemi digestivi, mal di stomaco, risolti diciamo con dei farmaci, ma a poco a poco la situazione è peggiorata, crampi alla pancia, perdite di sangue dal naso, naso chiuso, orecchie tappate, tono della voce cambiato, dolore alla schiena, zona alta a sinistra, poi in basso, poi le gambe, insomma io non ci sto capendo niente...troppi dolori, non sono proprio dolori, forti, ma continui, si alternano fra di loro, ma sono sempre gli stessi, tanto da non farmi capire come muovermi, occhi, naso, gola, stomaco, polmoni, zona pube, tutto tutto compreso...a questo punto io posso solo pensare che si tratti di un tumore, che si è esteso un po' ovunque ma da dove posso iniziare a scovarlo? Che direzione prendere...il mio medico di base mi ha liquidata dicendo che non posso avere un sintomo nuovo ogni giorno...ma è così...scusate e buonasera...
[#1] dopo  
Dr. Davide Cavaliere
24% attività
4% attualità
8% socialità
FORLI' (FC)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
Gentilissima,
Il tumore non é una cosa da cui essere ossessionati e non é l'unica causa di ogni sintomo vago non inquadrabile in altre patologie funzionali o infiammatorie. Spesso le nostre fobie ci portano ad esaltare situazioni di disagio che diventano quindi sintomi e ci fanno preoccupare e stare male. Esistono infatti anche condizioni e disturbi psicosomatici che possono manifestarsi con sintomi gastroenterici, respiratori, genitourinari, cutanei, cardiovascolari ecc.
I tumori di solito, quando sono sintomatici ossia manifestano la propria esistenza alterando funzioni d'organo (es. problemi digestivi) o determinando sintomi da occupazione di spazio (es. dolore, cambio tono della voce, ecc) non passano inosservati ad un'accurata visita clinica e ad esami routinari. Tuttavia, in medicina si trova quello che si cerca, nel senso che in funzione di un sospetto patologico o di un sintomo si eseguono gli esami piú o meno approfonditi per confermare o smentire la diagnosi clinica o depistare la causa del problema. Quando i sintomi sono molteplici, coinvolgono vari apparati e sensi e soprattutto non ci sono manifestazioni riconducibili ad un organo é piú probabile che la causa sia da ricercare nelle nostre suggestioni o fobie.
Non tutti i sintomi richiedono una cura farmacologica ed è per questo che deve affidarsi al suo medico di fiducia che in funzione dei disturbi più rilevanti e dell'esame clinico le consiglierà gli esami del caso.
Cordialmente,