Utente 702XXX
Salve,
sono un ragazzo di 20 anni , volevo avere chiarimenti sulla mia attuale situazione .
Tutto è iniziato un mese fa con un'infiammazione locale del pene e con il rigonfiamento di una zona sul lato sinistro del pene , quasi come un nervo fuori posto che ricordo di aver da tempo ma in forma minore. Questo rigonfiamento sul lato è stato il segnale che mi ha fatto fare la prima visita dall'urologo . Questo dopo un primo controllo senza risultato , ha sentito in prossimità di questo gonfiore una placca dicendomi di non allarmarmi che però col tempo avrebbe potuto deviare il mio pene .

I giorni successivi controllando il mio pene in erezione ho notato questa curvatura verso sinistra e verso l'alto, anche se quella verso l'alto l'ho sempre un poco avuta .
Documentandomi così su internet ho letto che questa cosa non va presa alla leggera e quindi ho richiesto un appuntamento da un grosso Professore in Andrologia.
Il bruciare intanto persisteva sempre nella zona del pene e in particolare quella del gonfiore . Arrivato il giorno della visita , ho fatto un paio di foto dall'alto del pene che facevano vedere la deviazione verso sinistra .Dopo avergli spiegato la situazione, subito ha pensato fosse un curvamento congenito e che l'infiammazione fosse dovuta ad altre cause . Così ha provato prima a sentire nella zona interessata , e poi ha eseguito un' ecografia mirata a trovare un I.I.P.
Il risultato dell'esame è stato di nessuna placca induritiva e la tonaca albugine normale su tutta l'estensione . Secondo il Professore, dopo aver visto le mie foto , la curva accentuatasi dipende dalla diversità delle due parti del pene dovuta anche al fatto che questo è molto lungo e che in caso di placca lo stesso si sarebbe ritratto e non avrebbe avuto quella lunghezza.

Mi trovo in una situazione di incertezza , se uno o l'altro ha sbagliato diagnosi . I sintomi letti su internet combaciano perfettamente alla mia situazione cioè bruciore/leggero incurvamento a sinistra e verso l'alto/ lato sinistro del pene con un rigonfiamento e al tatto sembra un nervo fuori posto .
E' possibile che l'ecografia non sia stata fatta nel modo corretto ?

Grazie per le eventuali risposte .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'unica cosa certa é che non vi é nessun "nervo fuori posto"...come credo il collega avrà sottolineato.La IPP,peraltro assai rara a 20 anni,in un giovane in buona salute,é stata esclusa dalla ecografia peniena che,immagino,sia stata eseguita con induzione farmacologica dell'erezione.A questo punto,per quel che é possibile via web,ritengo che vi possa essere coinvolto un fenoemeno traumatico-infiammatorio che é abbastanza frequente,particolarmente in un giovane,caratterizzato da un edema che,con un pò di pazienza,si riassorbirà.Mi domando se Le sono state proposte terapie farmacologiche o altro.Comunque Genova é terra di andrologi esperti che sanno perfettamente inquadrare e risolvere casi anche assai complessi...Cordialità
[#2] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Gentile Lettore,
sono d'accordo con il collega Izzo, sembra esserci un fatti infiammatorio localizzato. Aspetti che si risolva dopodichè si rivaluterà la situazione.
Stia sereno non credo ci possano essere cose gravi.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 702XXX

Iscritto dal 2008
Grazie molte per le risposte . Spero che come dite sia solo un'infiammazione .

Saluti