Utente 204XXX
Cara Dottoressa, buongiorno.Ho 47 anni, alto 1,69 m., peso 67 kg, non fumatore, non bevitore, poco moto. Assumo Triatec 10 mg al dì, con p.a. diastolica sempre sotto 120 e diastolica mediamente 80-85.Alcuni giorni fa ho fatto un'ecocardiocolordoppler, dalla quale è risultata una lieve ectasia della radice aortica SV di 40 mm ferma ormai a tale valore dalla prima eco del gennaio 2007. Il controllo annuale che svolgo è per monitorare proprio questo valore.
Il mio quesito è, però, un altro:il diametro del segmento prossimale dell’aorta ascendente è risultato di 37 mm, come all’ultima eco di aprile 2012. Per curiosità, le voglio precisare che nel giugno 2009 la misura era di 36 mm, poi, nel giugno 2010 ho fatto due ecg a distanza di 10 giorni, una con risultato 35 mm, l’altra 33 mm. Poi, nel giugno 2011, passa a 35 mm ( ma sono normali questi scarti, addirittura 2 mm tra due operatori nell’arco di una settimana ).Arco 25 mm.Tutto gli altri parametri atriali e ventricolari sono nella norma, con valvola tricuspide normofunzionante.Il mio cardiologo mi disse che, per l’ectasia della radice, la progressione non è affatto scontata, anzi, purché in presenza di uno stretto controllo della p.a..
La mia domanda è, ora, la seguente: mantenendo sotto stretto controllo la p.a. e lo stile di vita, lo stesso discorso può valere anche per l'aorta ascendente?
E' possibile una stabilizzazione duratura negli anni? La mia le sembra una situazione stabile?
Grazie e buon lavoro.Vittorio, Milano.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Caro signore,

il suo cardiologo ha perfettamente ragione: una lieve ectasia aortica (come la sua) se la pressione è ben controllata può rimanere stabile per molti anni. E se è stabile già da un po', non mi aspetterei grosse variazioni sul breve-medio termine.

Quanto alle misure, l'ecocardiografia è operatore-dipendente e una certa variabiltà tra misure è normale. Consideri che l'aorta è un tubo, e l'eco fa delle sezioni trasversali. Il diametro è maggiore se la sezione non è perfettamente perpendicolare all'asse maggiore del vaso (come quando si affetta un salame: le fette perpendicolari sono tonde, se si taglia con un po' di angolo diventano ovali e il diametro cambia).

[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottoressa,
Per breve-medio termine, nel caso che Le ho esposto, cosa di intende?
Grazie per la risposta chiara ed esaustiva e per l'esempio sulle misure: molto chiaro!!
Per breve-medio termine, nel caso che Le ho esposto, cosa di intende?
Buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Per breve-medio termine intendo 6-9 mesi. Un controllo all'anno dovrebbe essere sufficiente. Cerchi di farlo sempre nello stesso posto, in modo che si possa confrontare l'esame con il precedente.