Utente 150XXX
Salve,
allora vi spiego un pò la mia situazione. E' da quando avevo 8 anni che faccio l'emodialisi ora ne ho 24, per la seu ai reni. Ho avuto il paratormone alto, e tolto 2 paratiroidi. Adesso forse per la dialisi o chissà perchè mi è uscito questo tumore bruno al palato, un osso duro. Ho fatto una biopsia a Ferrara. Adesso stò prendendo il dibase per vedere se sgonfia, ma è anni che c'è e solo poco è sgonfiata, mi ha anche fatto i denti storti ed è difficile anche mangiare.
Allego la foto da me scattata.
Volevo sapere se si deve operare per toglierlo o se esiste qualche altro metodo?
La mia paura se mi opero è Cadono i denti? e poi rimango senza?
Cmq se avete qualcosa da consigliarmi, qui a Reggio Calabria non c'è nemmeno il maxillo facciale ed andare ogni volta a Ferrara è un impresa.
cmq ecco qui la foto: https://www.dropbox.com/s/vk16s6ejoqsrrdm/tbruno.jpg
aspetto risposte e vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buongiorno
in assenza di un esame istologico , eseguibile tramite biopsia in anestesia locale, é impossibile conoscere con certezza la natura della lesione.
Ha riferito di aver effettuato la biopsia ma non precisa l'esito.
Sono poi valutabili esami strumentali adeguati anch'essi in base alla diagnosi istologica.
Le consiglio quindi di attendere/precisare tale esito al fine di poter essere piu esaustivo nel consulto: in ogni caso una valutazione specialistica non può essere evitata al fine di poter esaminare anche clinicamente la lesione.
Tra Ferrara e Reggio Calabria può trovare centri di riferimento ospedalieri di chirurgia maxillo-facciale a cui riferirsi con maggiore facilità organizzativa e logistica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la risposta veloce.
Allora quanto mi hanno detto della biopsia in anestesia locale che ho fatto che è un tumore bruno, causato dalle complicazioni della dialisi quale il calcio,fosforo alto e paratormone alto hanno fatto crescere questo osso che hanno anche avuto difficoltà a prelevare perchè è duro, ne hanno prelevato giusto un pezzo per la biopsia (a me non l'hanno data) il risultato so che è così come vi sto spiegando in quanto così mi hanno spiegato i dottori della nefrologia.
cmq mi hanno fatto pure altri controlli: lastra raggi, risonanza magnetica, tac, ecc...
Mi hanno detto di provare con il dibase, con l'ideos per il calcio e Renvela per il fosforo per vedere se si riduce altrimenti bisogna rimuoverlo chirurgicamente, e l'intervento mi spaventa la perdita dei denti li vicino, anche se penso non mi lasceranno senza denti, ormai la chirurgia è andata avanti.
Grazie tante ancora. Un saluto
[#3] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Buongiorno
ritengo possa stare tranquilla:in considerazione della natura della lesione l'eventuale intervento di resezione é massimamente conservativo al fine di asportare il solo tumore. Gli elementi dentari dunque vengono generalmente conservati, essendo l'intervento volto alla rimozione/diminuzione di dimensioni della massa, e non alla radicalità, obiettivo della rimozione di lesioni maligne.
E' però opportuno che riferisca questi suoi dubbi al suo chirurgo curante al fin di poter ricevere risposte pertinenti al suo caso.
Cordialmente