Utente 705XXX
Salve a tutti sono un ragazzo di 19 anni e fino a un anno fa non avevo problemi di brufoli, ossia mi uscivano una volta ogni tanto, come tutti i ragazzi normali, poi a partire dall'anno scorso i brufoli sono iniziati a uscire con una certa frequenza, fino ad averne praticamente sempre qualcuno sul viso; il mio problema non è grave, infatti sono pochi i brufoli, ma mi influiscono molto dal punto di vista sociale, sicuramente più del dovuto, ma sono fatto così...Comunque penso sia da tener conto che penso d'aver sviluppato più tardi rispetto ai miei coetanei, infatti non ho quasi per niente barba, e l'altezza e la voce si sono sviluppate tardi, e anche di struttura corporea non sembro un diciannovenne, quindi ciò mi ha fatto pensare che i brufoli che mi escono ora sono quelli che non mi sono usciti a 14-15 anni perchè dovevo ancora sviluppare, e rigardo ciò chiedo un vostro giudizio; un altro fattore poi è che ho notato che non mi escono brufoli nelle zone dove ho un minimo accenno di barba o comunque sia dove si appresta a crescere (baffi, sotto il labbro inferiore, basette e mento), e ciò mi ha fatto pensare che quando uscirà la barba scompariranno i brufoli, quindi vi chiedo se esiste una relazione tra i brufoli e la crescita della barba. Qualche mese fa sono andato dal dermatologo e mi ha detto che ho una leggera acne papulo pustolosa (se non ricordo male) e mi ha prescritto una crema da applicare sui brufoli(keracnyl), un pelling(sferagel viso), e delle pasticche(non ricolrdo il nome) delle quali prendere 2 per venti giorni e una per 40, ma non hanno portato ad alcun risultato. Insomma vorrei sapere quanto ancora durerà questa sofferenza perchè ne risento davvero molto; spero che mi rispondiate, grazie a tutti.
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
16% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Gentile Utente, nella sua situazione importante è instaurare un rapporto di fiducia con un Dermatologo che la possa seguire ed inquadrare al meglio tale patologia che riguarda l'unità pilo-sebacea.
Difatti le cure sono tante e soggettive(la stessa cura può non andare bene a tutti).Pertanto non perda la fiducia e vedrà che la sua acne come quella di tutti gli altri sarà solo un ricordo.
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

la sua domanda purtroppo non ha una risposta: non si può stabilire quanto durerà un'ACNE tardiva: Acne che tipicamente insorge proprio nella fase post-adolescenziale.

E' però utile sapere che l'Acne (tutti i tipi di acne, poichè ne esistono molteplici) è una patologia che si cura e molto bene: per farlo occorre stabilire un contatto con il proprio dermatologo di fiducia il quale, applicando un ALGORITMO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO, che serve prorpio a stabilire il tipo, il grading (la gravità) e quindi la terapia adatta al caso, potrà impostare le scelte più adatte al suo caso.

quindi le consiglio di riprodurre la visita dermatologica con rinnovata fiducia.

cari saluti

[#3] dopo  
Utente 705XXX

Iscritto dal 2008
Grazie delle risposte. Anchi'io stavo pensando da un po di riandare dal dermatologo e infatti ci sono andato ieri; oltre a prescrivermi dei prodotti da prendere per via orale e da applicare sul viso, mi ha detto che si può fare il peeling dopo l'estate, allora ho cercato un po di informazioni su internet riguardo questo peeling e ho letto che c'è una reazine esfoliante qualche giorno dopo la sua applicazione, quindi significa che per un po mi uscirano più brufoli del solito? O ha un altro significato? Comunque vi ripropongo la domanda se una causa dell'acne tardiva può essere sviluppo più lento o comunque ritardato del corpo. Grazie in anticipo