Utente 691XXX
Salve,sono un ragazzo di 12 anni e vorrei chiedere un consulto a voi medici per un problema, sospetto di avere un Lichen Sclerosus al pene. Infatti da alcuni giorni nella zona vicino a dove esce l'urina la parte sinistra è diventata di un colore più rosastro una differenza quasi impercettibile che nn si nota sempre.Non ho trovato altri sintomi riconducibili al Lichen ma sono Preoccupatissimo consultando le immagini su Internet però nn assomigliano molto. Potrebbe essere un Lichen???? Se si a che stadio potrebbe essere?????

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Ammirevole la tua attenzione e soprattutto la tua capacità di informarti sul problema ad una età così giovane! Direi però di non esagerare con gli allarmismi e di verificare la situazione con maggiore "freddezza". Abbi cura della tua igiene intima evita stimolazioni eccessive nella zona e se la condizione persiste parlane con tuo padre ed eventualmente col tuo medico di famiglia che potranno darti degli consigli e tranquillizzarti di persona. In ogni caso sappi che per anomalie di questo tipo, cioè anomalie localmente riscontrabili è assolutamente necessaria la visita del medico, perchè qualsiasi forma di consulto telefonico o via internet risulta non fattibile.
[#2] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro ragazzo,
il consiglio che ti posso dare è quello di parlare di questa tua
preoccupazione con i tuoi genitori e quindi con loro recarti dal
tuo medico curante il quale valuterà se è necessario consultare
uno specialista.
Dalle informazioni che tu ci dai è impossibile neanche ipoteticamente fare una diagnosi. Potrebbe addirittura trattarsi di
un reperto assolutamente normale.
Tienici informati.
Con i più cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
mi sembra che i miei Colleghi ti abbiano ben chiarito quello che è necessario fare: complimenti perchè forse batti il record di minore età, per consulto richiesto, ma recati con i tutoi genitori a visita Dermatologica Veneologica con l'esperto di cute e mucose genitali.

cari saluti

[#4] dopo  
Utente 691XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio per le risposte, a Luglio dovrei avere una visita per ultimo controllo prima di un operazione di Varicocele,posso aspettare fino a quella volta per esporre il mio problema ad un medico o è troppo tardi???? (Sempre che questo problema nn aumenti prima di quella volta)
[#5] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro ragazzo,
non penso che ci sia l'urgenza di un consulto e quindi ritengo si possa tranquillamente aspettare il mese di luglio per valutare le tue preoccupazioni.
Per quanto attiene alle problematiche del varicocele potrebbe esserti
utile leggere una piccola monografia proprio sul varicocele che troverai all'indirizzo www.giambersio.it

I più cordiali saluti
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
questa mia risposta non è indirizzata a Te personalmente. Sarei invece contento che tu la facessi leggere ai tuoi genitori. Essendo tu minorenne è chiaro che non provo nemmeno a darti consigli in merito a diagnosi e tantomeno terapie o accorgimenti. Direi che attendere o meno luglio per risolvere il problema dipenda dall'entità dei tuoi disturbi.
A mio parere, trattandosi in fin dei conti di due consultazioni specialistiche diverse fra loro, e cioè Dermatologica in questo caso ed Andrologica per l'altro problema...mi chiedo perchè attendere comunque?
Per tutto il resto...perchè non mi fai scrivere dai tuoi genitori. Informali del problema, ne guadagnerai in serenità.
Attendo notizie, anche a proposito del varicocele.
Affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO