Utente 712XXX
Buongiorno mi chiamo Maurizio ho 23 anni. Le scrivo perchè da qualche giorno ho riscontrato un problema che mi impedisce di vivere la mia sessualità con tranquillità. Premetto che ho sempre avuto rapporti sessuali con diverse ragazze senza riscontrare particolari problemi di erezione. Da circa un mese e mezzo ho conosciuto una ragazza con cui ho deciso di cercare di instaurare un rapporto duraturo, ma purtroppo proprio con questa ragazza, a cui tengo particolarmente, sto avendo problemi di erezione, la cosa è già capitata 2 volte a distanza di giorni e sento di essere entrato in una sorta di circolo vizioso che adesso mi impedisce di approcciarmi al rapporto con tranquillità. Sono conscio del fatto che altre volte con altre ragazze sia andato tutto bene e la cosa che proprio con questa ragazza non mi riesca di avere un rapporto completo mi fa stare male. Come tutte le coppie mature ne abbiamo parlato. Lei è una ragazza relativamente giovane, ha 19 anni, ma nonostante ciò ha avuto le sue esperienze come è normale che sia, ho notato una differenza abissale rispetto alle altre ragazze che ho avuto nel senso che lei è una ragazza molto meno "partecipe" se così si può dire e sono sicuro che mi avrà capito... . Da parte sua cè' poca collaborazione nel rapporto diciamo così....o perlomeno molto meno rispetto a quella a cui sono stato abituato con altre donne. Dottore, nonostante ciò me ne faccio una colpa, non sono più tranquillo, delle volte ho problemi anche a prendere sonno pensi un pò.......mi sono informato moltissimo in questi giorni su internet (forum, consulenze mediche) sul problema della "mancata erezione" se mi passa questa espressione e ho scoperto diverse tipologie di soluzioni sia a livello di erboristeria che a livello di terapia farmacologica. Da prima ho provato queste soluzioni a base di erbe in associazione con l'arginina senza però vedere risultati apprezzabili... Sempre tramite amici e internet ho sentito parlare di questo Sildenafil, ho letto attentamente tutte le controindicazioni, in quali casi non deve essere preso (associazione con Nitrati) e ho riscontrato che non ho nessuno di questi problemi che potrebbero ostacolarne l'uso. Sono conscio di non averne bisogno per lungo perido poichè riconsidero le mie esperienze sessuali passate ed era andato tutto bene non avevo mai avuto problemi di erezione. Per questo infatti le scrivevo, poichè credo che parlarne con gli amici o con la propria fidanzata possa certo servire ma fino a un certo punto, poi serve il parere di uno specialista. Secondo lei sarebbe possibile impostare una sorta di "mini-terapia" a base di Sildenafil che possa durare un periodo relativamente breve, cosicchè io possa ritrovare quella fiducia in me stesso che ho perso ormai da qualche settimana e che mi costringe a vivere male la mia sessualità? Che esami dovrei fare prima di iniziare l'assunzione del farmaco?
La ringrazio dell'attenzione che mi ha riservato.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la coppia "matura" é quella convivente...Parla come uomo "esperto" ma l'esperienza é la tomba della sessualità che,viceversa,é dinamica e si modifica (o si dovrebbe) con la maturazione.Vedo che ha già medicalizzato una funzione spontanea (l'arginina é una medicina) e non concordo con l'autoprescrizione del viagra che,senza il conforto scientifico di uno specialista,rischia di creare nel tempo una riduzione dell'autostima,proprio perché questa donna é poco partecipe e nello stesso tempo,é più importante delle altre.Il medico,e solo lui,deve decidere quale,quando e come prescrivere una medicina.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 712XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio dottore della sua risposta, ma non ho ben capito.....secondo lei ciò che mi accade è normale o farei bene a farmi delle visite di controllo per vedere se è tutto apposto? In farmacia si sono preoccupati molto nello specificarmi che l'arginina aspartato è un integratore e non un medicinale, secondo lei ho sbagliato ad assumerla? Mi hanno detto una cosa non vera? Ad ogni modo, dopo un consulto medico con uno specialista, pensa che farei bene a farmi prescrivere il Viagra per un periodo relativamente breve per risolvere il mio problema? La ringrazio della sua celere risposta.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
segua le sagge indicazioni del collega Izzo e consulti, appena possibile, un esperto andrologo. Infine le ricordo che, a dispetto di quello che ha "percepito" in Farmacia, gli integratori sono medicinali e quindi prodotti farmacologici a tutti gli effetti e quindi da non sottovalutare.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

se teme di avere dei problemi di Funzione Erettile o se ha già avuto alcuni segnali di "Defaillance" allora consulti uno specialista che potrebbe cercare di capire il motivo ( psico-emotivo o organico) del problema e consigliarle i rimedi più opportuni.
Il Viagra è un vasodilatatore e cura i problemi organici!
veda su MinForma "Impotenza, deficit Erettile, 14 Domande e 14 risposte" oppure www.erezione.org
Cari saluti
[#5] dopo  
Utente 712XXX

Iscritto dal 2008
Ciò che mi fa pensare è che è accaduto 2 volte di fila con questa ragazza e prima di allora non mi era mai successo....La sento un pò distante nel rapporto...meccanica...la cosa mi mette in angoscia e l'erezione quindi latita...potrebbe essere una spiegazione? Ho seguito comunque il vostro consiglio e mi sono prenotato da uno specialista per discutere la cosa, pensate che mi possa prescrivere il viagra x un periodo relativamente breve o prima della prescrizione dovrò fare delle analisi? Cosa viene richiesto come test? Vorrei recuperare la fiducia in me stesso non vorrei fallire di nuovo..la cosa mi sta mettendo in paranoia.... Vi ringrazio molto per le voste risposte.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
quello che ci scrive può essere una "base", una ragione del suo problema. A questo punto però dobbiamo attendere il parere del collega che ha già interpellato in diretta.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#7] dopo  
Utente 712XXX

Iscritto dal 2008
Ma secondo lei dottore, lo specialista che ho contattato, potrebbe prescrivermi questa minima terapia di Viagra come soluzione per ridare fiducia a me stesso? Per poi magari fissare un secondo appuntamento e capire quali sono stati gli effetti e se ho risolto il problema? Come iter è possibile? Ho letto su internet di molti uomini anche di giovane età che lo hanno preso per combattere questa sorte di ansia da prestazione passeggera, con buoni risultati.La ringrazio in anticipo dell'attenzione...
[#8] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,qualunque sia l'età del paziente,il medico deve sempre porre una diagnosi e poi prescrivere una terapia.Cordialità.