Utente 327XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 22 anni, attivo sessualmente da 6. Da un paio di mesi a questa parte ho delle difficoltà ad ottenere e a mantenere l'erezione, che comunque non raggiunge mai il "livello" di prima.
Il problema si è verificato per la prima volta durante unc rapporto, esattamente nel momento i cui ho tentato di trattenere l'eiaculazione. In quel momento ho sentito un forte dolore, e da quel giorno non ho più l'erezione di prima. Inizialmente ho preso, di mia iniziativa per 4 o 5 volte nell'arco di un mese Cialis da 10 mg, ottenendo le prime volte un risultato ottimo , mentre le ultime non ottenendo nessun risultato.
Sono andato dall'andrologo che mi ha prescritto un eocoldoppler penieno, una biotesiomentria e gli esami del sangue (prolattina, testosterone,lh,fhs).
Risultato? Tutto nella norma. Di conseguenza il medico ha ipotizzato che si tratti di un problema psicologico. Questo a me sembra impossibile. ho la stessa partner da 5 anni, intesa sessuale ottima, mai avuto problemi, non abbiamo problemi di coppia...inoltre il problema si manifesta da un giorno all'altro. Tengo a precisare inoltre che la mia condizione non si verifica solo in prossimità di un rapporto, ma in tutto l'arco della giornata ho un'erezione debole (erezione mattutina ecc).
E' quindi posibile che ci siano ulteriori accertamenti da fare dal punto di vista fisico?
Il medico mi ha anche prescritto levitra da 10 mg che, come cialis non ha avuto effetti.
Ringrazio per l'attenzione
M

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
se è tutto nella norma, e se il collega ha detto psicogeno e soprattutto se lei stenta a crederlo (sono i grandi ansiosi che credono solo a quello che vogliono loro) la diagnosi è corretta. Se non le vanno bene le pillole, si può ipotizzare psicoterapia se collega è d' accordo.
[#2] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la tempestiva risposta, mi perdoni per l'insistenza ma sono solo curioso di capire alcune cose:

E' possibile che prima il cialis funzionasse benissimo, e proprio nel momento in cui pensavo di aver risolto i miei problemi ne siano sorti di nuovi?

E' normale che in presenza di un problema psicogeno, i problemi si presentino sempre?

E' Possibile che il problema sia stato causato dall'assunzione di cialis generico?

Ci possono essere altri esami da effettuare per scongiurare definitivamente i problemi fisici?

Grazie per l'attenzione

M
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Si
Si
NO
ne ha d' avanzo dio esami. Poi si fidi degli uomini e non delle macchine e dei numeri. QWuesta domanda indirizza per problema psicogeno: necessità che tutto sia misurabile.