Utente 233XXX
Egregi dottori,
mi sono già rivolto a voi, tramite questo sito, quando nel 2012 si profilava la necessità di un intervento di cardiochirurgia e siete stati per me un valido supporto per i miei dubbi e le mie perplessità, per questo ho pensato di rivolgermi nuovamente a voi per un problema che mi si presenta.
Nell'aprile del 2012 ho subito un intervento di sostituzione valvolare aortica con protesi meccanica oltre alla sostituzione del tratto di aorta ascendente; ovviamente da allora prendo il coumadin (ca. 42 g. a settimana). Il problema è questo: già per la seconda volta (la prima volta mi è capitato in questa primavera), le punte di entrambi gli alluci si sono arrossate, non solo la pelle, ma anche l'unghia, come se ci fosse del sangue.
La volta scorsa ho eseguito un tampone per verificare la presenza di batteri o di funghi, ma è risultato negativo. Poi col passare dei giorni la situazione si è normalizzata. Oggi il fenomeno si ripresenta ed io mi chiedo se non sia un effetto del coumadin e cosa posso fare per risolvere il problema.
Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Credo sia poco probabile riferire una cosa del genere ad uno stato di scoagulazione., che in genere si manifesta in altre sedi.

Esegua nuovamente una visita dermatologica.

GI
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera dott. Iaci, sono contento di ricevere una risposta proprio da lei, che mi ha supportato sia prima che dopo l'intervento del 10/4/12 al S.Raffaele, ove ho avuto il piacere di conoscerla di persona.
Seguendo i suoi consigli sono riuscito a risolvere per il meglio il mio problema.
Ora sono vivo e sto bene, anche se il cardiologo mi ha riscontrato nell'ultima eco una dilatazione dell'arco aortico (35 mm).
Seguirò il suo consiglio e mi farò visitare da un dermatologo.
Se ha altri suggerimenti o accertamenti da indicarmi per verificare eventuale stato di scoagulazione, sarò lieto di seguirli.
Con immensa stima la saluto
Raffaele