Utente 182XXX
buonasera scrivo per conto di mia madre policistica ai reni e al fegato. In precedenza nei momenti di estrema difficoltà respiratoria a causa della pressione, che le cisti ingrossandosi generano, sull'addome è stata trattata con aspirazione delle stesse con ottimi risultati fino a quando per una errata manovra è stata operata per peritonite. A questo punto i medici di Terni che l'avevano in cura non hanno più osato aspirare le cisti ma oggi è in grossa difficoltà con respiro corto e difficoltà di movimenti. La posizione più comoda per lei è quella di rimanere sdraiata a letto. Ora gentilmente vi chiedo c'è un centro, un ospedale, uno specialista in italia che sia in grado di analizzare e gestire questa situazione aspirandogli le cisti in modo tale da liberare spazio? Mi sembra assurdo che si arrivi alla crescita incontrollata di queste cisti senza poter intervenire. Anticipatamente ringrazio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
è noto quanto lo svuotamento delle cisti per puntura sia un provvedimento palliativo e dall'efficacia del tutto temporanea, ma ci rendiamo conto che in talune situazioni questa soluzione possa essere l'unica via praticabile. Un giudizio appropriato sulla situazione non può però prescindere dalla disponiblità di una documentazione clinica completa, in particolare inerente le più recenti indagini ecografiche/tac. Lo svuotamento per puntura deve essere essere sempre eseguito sotto guida ecografica e per questo motivo viene correntemente attuato dai radiologi interventisti (negli ospedali dove è presente questo servizio) poiché generalmente questi dispongono di apparecchiature per ecografia migliori di quelle comunemente rinvenibili presso le strutture di urologia. Non è scopo di questo sito fornire informazioni su specialisti o strutture di cura con riferimento al singolo caso specifico, questo per ovvi motivi di corretteza professionale. Immaginiamo comunque che consultando un nostro Collega della vostra zona che dimostri un minimo di sensibilità al caso non sarà difficile individuare la situazione in cui la procedura possa essere eventualmente eseguita nelle migliori condizioni di sicurezza.

Saluti