Utente 330XXX
Buonasera, premetto che soffro di incurvamento del pene verso dx, considerato però di una gradazione tollerabile. Circa due settimane fa durante la masturbazione ho sentito il pene piegarsi verso la parte incurvata, ho provato un po' di dolore, ma non così intenso da farmi perdere del tutto l' erezione. Successivamente ho provato un indolenzimento ed fastidio persistente nella zona, cosa che mi accade sempre, ma in questa volta di maggior intensità.

Per questo motivo ho evitato qualsiasi attività sessuale per circa una settimana. Masturbandomi successivamente ho riprovato un dolore nella zona, come è accaduto nuovamente questa sera. (In cui ho percepito per un attimo anche una sensazione di formicolio/ bruciore)

Leggendo i post sul sito vedo che fratture più o meno gravi sono accompagnate da ematomi, che io non presento. Sono terrorizzato però dall' idea che questo possa aggravare il mio incurvamento.

Le domande che Vi pongo sono: è normale che in due settimane il dolore non sia passato? Se fosse un vero trauma queste due masturbazioni potrebbero aver aggravato la situazione?

Vi ringrazionp anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,se la mastrurbazione e' ortodossa,cioe' eseguita in maniera classica,e' difficile che possa creare danno.Ha una buona evaginazione del prepuzio sul glande?Comunque,e' questa una buona occasione per incontrare lo specialista che la segue per il recurvatum.Cordialita'
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

è abbastanza improbabile che una masturbazione, per quanto decisa, possa determinare lesioni dei corpi cavernosi. le condizioni di fibrosi del tessuto cavernoso sono, in genere, la conseguenza di lesioni abbastanza forti con microlesioni vascolari che determinano un processo infiammatorio con possibile esisto fibrotico.
dalla descrizione mi sembra che lei possa stare tranquillo. Stia "in panchina" una decina di giorni senza "far giocare" il suo pene. Nel dubbio,magari senta uno specialista
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2013
Vi ringrazio per le risposte. Aspetterò i giorni e se il dolore persiste mi recherò dallo specialista. Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2013
Buonasera, purtroppo ho riscontrato un maggior incurvamento nella fase intermedia fra stato di riposo ed erezione, che percepisco diversamente. Provo un maggior fastidio, rispetto a prima, nel momento in cui si ottiene un' erezione completa, e soprattutto più "faticoso" il passaggio fra stato di semi-rigidità ad erezione, anche se non ho problemi ad ottenerla. Mi sembra chiaro che sia necessario rivolgermi al mio specialista, che per problemi lavorativi non riuscirò a contattare per almeno 1/2 settimane. Questo potrebbe causare problemi?

Ringrazio per la Vostra attenzione.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
…la valutazione in stato di semi erezione non è significativa,mentre la lieve disfunzione erettile merita un attenzione diagnostica,dopo la quale,se lo riterrà,potrà comunicarci l'esito.Buon Anno.