Utente 216XXX
Buongiorno Dottore, ho avuto una forte una crisi d'ansia dovuta un,perido lavorativamente molto stressante e a una debilitazione fisica per influenza gastro intestinale e ciclo mestruale
A seguito dell'evento in cui mi sono molto spaventata ( forti extrasistole) sono molto agitata, dormo male e ho poco appetito.
Gli esami cardiologici fatti poco tempo fa (check up di controllo) sono a posto , il medico di base mi ha comunque prescritto esami del sangue e della tiroide.
Mi ha prescritto inoltre 10,10,15 gocce di xanax per 2 settimane e un integratore per l'astenia

Ho due domande:
Dieci anni fa ho sofferto di una lieve depressione e so che il xanax va scalato gradualmente. Mi saprebbe consigliare come?
Inoltre e' possibile secondo lei sostituire lo xanax con un prodotto omeopatico?

Ringrazio in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Alex Aleksey Gukov
28% attività
0% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
comincio dalla Sua seconda domanda
("sostituire lo xanax con un prodotto omeopatico"):

- Esistono diversi rimedi ansiolitici alternativi, ma il farmaco che a Lei è stato prescritto (lo Xanax; principio attivo: alprazolam) potrebbe essere più indicato e più vantaggioso in questa situazione. Inoltre vorrei sottolineare che anche i rimedi alternativi, compresi quelli omeopatici non sono esenti della complessità di gestione, nonostante vengono pubblicizzati come esenti dai rischi. Dunque, non bisogna temere lo xanax (alprazolam): alle dosi contenute e giuste e per un periodo giusto è un buon farmaco.

L'altra Sua domanda
("..so che il xanax va scalato gradualmente. Mi saprebbe consigliare come?")

- La prescrizione dello schema a scalare doveva essere fatta dal medico che La segue e non da un altro medico via internet; se il Suo medico non lo ha fatto, probabilmente ritiene che la dose è abbastanza bassa per poter sospenderla senza scalara; ma sono piuttosto d'accordo con Lei: che il farmaco va scalato gradualmente. Inoltre penso che la gestione della situazione solamente con un breve periodo di terapia ansiolitica non è detto che sia la soluzione. Ottimale sarebbe rivolgersi a quello specialista che L'ha seguito in passato per la condizione depressiva (spero che sia stato uno psichiatra), perché si tratta di un farmaco di competenza specialistica (psichiatrica) e perché la Sua condizione, almeno in una parte, è determinata dai fattori psichico-emotivi.

[#2] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Dottore
Ancora una domanda: domani mattina dovro' recarmi a fare degli esami del sangue.posso assumere 0,25g di xanax prima o sarebbe preferibile di no?

Inoltre e' possibile che lo xanax provochi mal di testa o lo stato di tensione in cui mi trovo?

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Alex Aleksey Gukov
28% attività
0% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Buona sera,

"domani mattina dovro' recarmi a fare degli esami del sangue.posso assumere 0,25g di xanax prima o sarebbe preferibile di no?"

- l'assunzione dello Xanax (alprazolam) non altera i parametri degli esami del sangue del giorno o del giorno seguente, per cui può assumerlo senza problemi.

Se uno assume lo Xanax per molto tempo (mesi), allora sono possibili le alterazioni dei parametri del fegato, ma questo non si riferisce al Suo caso, e comunque, sospendendo questo farmaco solo per una sera, una mattina o per un giorno, tali alterazioni non si evitano (perché non sono alterazioni a breve termine, ma si sviluppano a lungo termine).

"e' possibile che lo xanax provochi mal di testa o lo stato di tensione in cui mi trovo?"

- E' poco probabile, perché Lei si trovava già nello stato di tensione, e questo farmaco anzi calma la tensione, per cui è piuttosto possibile che le dosi non sono adatte oppure che Lei non sta assumendo regolarmente il farmaco. Alcune persone comunque reagiscono male a questo farmaco, ma Lei lo ha già assunto in passato, e in base a questo possiamo capire che effetto Le fa: quando in passato Le è capitato di assumere questo farmaco, avvertiva che il farmaco aumenti lo stato di tensione ? Che effetti Le dava ? A quali dosaggi lo assumeva allora ? Inoltre, l'attuale stato di tensione è comparso o è aumentato in seguito all'inizio della terapia con il farmaco, oppure era già presente ?
[#4] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno Dottore,
c'è stato probabilmente un fraintendimento sulla mia domanda.
Avevo un forte mal di testa in quei giorni e le ho chiesto se la cusa potesse essere la stato di tensione .
Lo xanax certo mi calma ( mi intontisce per la verità) , ma il medico ritiene che visto che lo assumo solo da due settimane che io possa sospenderlo.
Io vorrei, visto che sto un pò meglio, ( ma non del tutto) scalarlo gradualmente.
Su internet ci sono varie opinioni. Secondo lei è troppo scalare una goccia al giorno?

Grazie per il consiglio

[#5] dopo  
Dr. Alex Aleksey Gukov
28% attività
0% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
non seguendola, non posso darLe le indicazioni sullo scalare (e non è detto che dal punto di vista psichiatrico lo scalare completo dello xanax in questo Suo periodo sia la giusta o l'unica cosa da fare). Non bisogna neanche orientarsi sulle opinioni su internet o nei libri, perché si riferiscono alle esperienze delle altre persone. L'indicazione si può ricevere solo dal medico che ti segue, ed è meglio se è un medico specialista nel dato ambito (psichiatra), invece, da quello che ho capito, è un medico di base. Bisogna andare dallo specialista dal vivo, non sono sufficienti i consulti via internet.