Utente 411XXX
Buongiorno

Dopo gli ultimi esami cardiologici da me eseguiti mi è stata riscontrata una dilatazione della radice aortica o bulbo di 43mm. Attualmente sono in cura da un cardiologo, ma desideravo sapere, a che livello la radice necessita di intervento, e che genere di intervento si tratta. E' un operazione "a cuore aperto"? Oppure esistono delle tecniche che permettono di intervenire in altri modi?
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dipende molto dalla sua superficie corporea, che non posso calcolare dal momento che nei dati ha inserito solo il peso e non l'altezza.
Una radice di 43 mm in un soggetto di peso e statura normali e' modestamente aumentata e va controllata nel tempo con l'ecocardiografia.
E' estremamente importante che i valori pressori siano mantenuti al di sotto di 125/75 mmHg.
Al momento non vi e' alcuna indicazione chirurgica, che viene posta quando si superano i 50 mm oppure quando l'ingrandimento e' velocemente progressivo
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 411XXX

Iscritto dal 2007
Si effettivamente i dati sono sfalsati, in quanto sto usando l'account di mio figlio. Io sono 1.90cm per 105 kg di peso.

Mi è stata riscontrata una pressione minima che talvolta va fuori valori, al massimo attorno ai 90 in certi momenti. Per ora però non si è parlato di un trattamento farmacologico per regolarizzare la pressione.

Circa 3 anni fa mi era stato fatto un ECG e risultava di 40mm, mentre gli ultimi esami risultavano di 42mm e 43mm in momenti molto vicini tra loro.

Anche se comunque sono lontano ancora dall'intervento, allo stato attuale l'unico sistema sarebbe l'operazione "a cuore aperto"?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
no guardi le cose da fare sono ridurre di 20 kg il suo peso ed iniziare una seria terapia antipertensiva.
mangi di meno e si muova di piu
la pressione deve essere mantenuta al di sotto di 125/75 mmHg.
arrivederci