Utente 308XXX
Qualche anno fa in seguito ad una visita medica, e conseguenti analisi cliniche, mi venne diagnosticata da un cardiologo l'ipertensione arteriosa di tipo essenziale. Ho seguito per circa tre anni una terapia con beta bloccanti. Nonostante ciò, quando effettuavo le misurazioni presso uno studio medico la pressione risultava oltre i limiti consigliabili e quando invece la misuravo nella quiete delle mura domestiche risultava sempre nella norma. Per mia scelta e senza consiglio del medico decisi di sospendere la terapia, e dopo qualche mese chiesi al mio medico di prescrivermi un holter pressorio di 24 ore. Il risultato fu negativo. Nel 2011 sono stato sottoposto ad intervento chirurgico di colecistectomia e, nella visita pre operatoria la cardiologa mi riscontrò una pressione alta (95/170) e per tale motivo ritenne che io non potessi essere sottoposto all'intervento prima di una cura medica. Anche in questa circostanza mi sono sottoposto ad un holter pressorio di 24 ore, ed anche in questa circostanza i valori erano talmente normali da non poter creare dubbi in merito.
La settimana scorsa il mio medico di base (diverso dal primo perché ho cambiato città di residenza) ha insistito nel misurarmi la pressione e naturalmente me l'ha trovata alta.
Mi ha prescritto un farmaco beta bloccante. Non vorrei ripetere la stessa storia delle volte precedenti.
Egregi dottori cosa ne pensate del mio caso?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente é importante sapere se l'holter pressorio é stato eseguito nella stagione estiva o in quella invernale. In quest'ultimo caso infatti il risultato negativo puó essere stato falsato dall'effetto ipotensivante delle alte temperature climatiche. Cordialitá