Utente 252XXX
Buongiorno,
circa un mesetto fa fa ho sentito al tatto una pallina nell'inguine oltre a fastidio nella zona inguinale a seconda dei movimenti. Mi sono recata dal mio medico curante che, tastando la zona, ha detto si trattava di linfonodi leggermente ingrossati, ma mi liquidò dicendo di non preoccuparmi.
Poichè ho continuato a sentire dolore in quella zona, ho deciso di fare una ecografia inguinale bilaterale e questo è l'esito:
"Esame eseguito con apparecchiatura MINDRAY M5, sonda lineare.
L'esame ECT mirato alla visione della regione inguinale bilateralmente pone in evidenza presenza di numerosi linfonodi ovalari, di aspetto reattivo il maggiore dei quali si apprezza a destra di diametro massimo pari a 25mm circa meritevoli di monitoraggio nel tempo.
Non alterazioni alla trasmissione degli echi colore. Nella norma le strutture miotendinee esaminate"

Il medico che ha eseguito l'esame mi ha detto di non preoccuparmi, di fare un esame del sangue di controllo e di stare tranquilla.

Effettuai visita ginecologica lo scorso luglio ed era tutto a posto, anche a livello intestinale vado bene di corpo e non ho fastidi ad urinare.

Ritirato analisi sangue, emocromo, ves, cpr tutto nella norma.
Io continuo ad essere molto preoccupata perchè avverto sempre questo fastidio/ dolore nella zona inguinale dx, il mio medico di base mi liquidò senza prescrivermi terapie o altri accertamenti.
Io sono molto preoccupata, ho fatto l'ecografia inguinale bilaterale nemmeno un mese fa e sto pensando di effettuarne un'altra per avere un secondo parere. Voi cosa ne pensate? Un linfonodo delle dimensioni che hanno riscontrato tra i miei non mi fa stare per nulla serena.
Grazie della Vostra preziosissima attenzione, cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ma Le hanno già detto in tutti i modi di non preoccuparsi perché hanno caratteristiche reattive e di eseguire un controllo precauzionale a distanza di tempo.

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

Nel frattempo stacchi dal suo PC su un tema così ansiogeno perché.....
(legga un consulto analogo)

http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.html

Tanti saluti



[#2] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dottore,
sarà il mio essere un tantino ansiosa ed ipocondriaca o la mia testa dura.. ma questa mattina ho fatto una nuova ecografia presso un altro centro diverso dalla scorsa volta e l'esito è il seguente:
"Rispetto al precedente controllo eseguito in altra sede il 11-12-2013 il reperto è pressochè invariato se si esclude la riduzione volumetrica del linfonodo di circa 25mm segnalato a destra, che presenta attualmente diametro massimo longitudinale di circa 20mm, Le strutture miotendinee locoregionali sono regolari."

Dopo questa ulteriore indagine, il fatto che seppur di poco quel linfonodo si sia rimpicciolito è buon segno? Le porgo questa domanda perchè quando Ho chiesto al medico che ha effettuato l'esame se un linfonodo reattivo può degenerare in altro e la sua risposta è stata" Mi fa una domanda alla quale non le posso rispondere perchè sarebbe come dire oggi ci siamo , domani chi lo sa" ....
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non mi chieda di fare commenti su tale risposta (^____^)

Si commenta da sé !
[#4] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Ma quindi posso stare tranquilla? ^____ °
[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si