Utente 109XXX
Buongiorno, mia madre, 76 anni, ha un dibete di tipo 2 da circa 20 anni, trattato in maniera abbastanza soddisfacente con 2 gliclazide prima di colazione e 2 metforal da 850 prima dei pasti. Ultimamente dalle analisi risulta una creatinina a 2,5, quindi le hanno tolto metforal e gliclazide e inserito novonorm 2 mg ai tre pasti principali. I suoi valori sono "schizzati" a 250 a digiuno e 330 due ore dopo i pasti. Non li ha mai avuti così alti. La diabetologa allora ha inserito Lantus la sera, con una dose iniziale di 6 U, da aumentare piano piano di 2 finchè il valore a digiuno non scende a 120. Ora siamo arrivati a 10 U di Lantus, ma i valori sono esattamente gli stessi. Cosa c'è che non va? E' pericoloso rimanere per diversi giorni con il diabete così alto?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Nicola Brizio
20% attività
0% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Dovrebbe ancora rivolgersi alla sua diabetologa perché probabilmente sarebbe necessario applicare lo schema insulinico basal/bolus. La basale è appunto la Lantus che forse andrebbe aumentata ma credo che vada aggiunta un insulina ad azione rapida come la lispto o l'insulina aspart. Per carità, non voglio e non posso sostituirmi alla collega anche perché non conosco la storia clinica della paziente ma credo che la terapia insulinica, con questo profilo, sia indispensabile.
Nicola Brizio
Diabetologo