Utente 132XXX
Buongiorno desidero richiedere un’informazione per mia madre, 65 anni.
Circa un mese e mezzo fa, in seguito a uno sforzo ha iniziato ad avvertire dei dolori al polso della mano destra. E’ riuscita a fare un esame elettromiografico soltanto nei giorni scorsi, a causa dei lunghi tempi di attesa. Questo esame ha evidenziato “Alla contrazione volontaria massimale si registra un tracciato di tipo interferenziale con PUM di ampiezza e durata nella norma” e come conclusioni: “Modesti segni di sofferenza del nervo mediano destro al polso. Non segni di sofferenza radicolare nei territori indagati.
In questi giorni, il dolore è diminuito ma non scomparso del tutto. E se sottoposto a sforzi il polso mostra segni di sofferenza. Volevo sapere che tipo di terapia secondo voi deve seguire mia madre e se deve andare da qualche specialista particolare o non vi sono terapie da seguire?
Finora ha assunto soltanto antinfiammatori per ridurre il dolore.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

molto probabilmente, i dolori accusati al polso da sua madre non hanno alcun collegamento con la modesta "sofferenza del nervo mediano".

Se il dolore persiste, invece di fare esami diagnostici, spesso inutili, le consiglio di farla vedere direttamente dallo specialista.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per le informazione. Qual è lo specialista più indicato per questi dolori?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008