Utente 292XXX
Gentile dottore,
ho 23 anni sono studente universitario.
Ho eseguito un ablazione per tachicardia parossistica nel 2007.
Ad oggi non ho mai piu avuto problemi ,se non qualche episodio di extrasistolia.
Negli ultimi giorni sono stato colpito da un influenza,e avverto molte extrasistole,circa 1 ogni 2 minuti per anche qualche ora ,ma anche non avverto piu nulla per altrettante ore. Premetto sono una persona molto ansiosa,ho sempre paura di stare male. Ho fatto controlli di recente Ecg,ecodoppler,visita di controllo ,holter 24h in cui mi sono state rilevate queste extrasistole,sopraventricolari che ventricolari ma di numero molto basso (13) e non pericolose. Ho problemi anche di digestione,e regurgito che ormai dura da mesi quasi tutti i giorni. Ho eseguito una gastroscopia ma anche li non è stato diagnosticato nessun problema. Inizio a chiedermi se i miei problemi siano di origine psicologica ,extrasistole comprese che avverto in alto numero in questi giorni.....Vorrei un parere o consulto a riguardo,grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Lei ha solo delle banali extrasistoli che prima dell'ablazione erano in grado di far partire la sua tachicardia e dopo ovviamente non più....poiché l'ablazione è stata condotta per eliminare la tachicardia e non le extrasistoli. L'ansia è un fattore facilitante e soprattutto le rende poco tollerate. La cui e bene l'ansia e non si preoccupi delle extrasistoli.
Cordialmente