Utente 341XXX
Buongiorno,
25 giorni fa sono stato operato alla mano a causa di un infortunio con dei cocci di vetro che potevano aver creato dei danni a nervi/tendini, perchè sentivo delle "scosse elettriche" fino al dito mignolo (la zona colpita è alla base del mignolo).

Da 10 gg ho ricominciato a utilizzare la mano con grandi progressi, ma ho questi problemi:

1. in certe posizioni sento comunque delle piccole scosse che si irradiano fino al mignolo.

2. il mignolo ha una sensibilità attenuata ed è ancora gonfio

3. faccio fatica a estendere le dita della mano (sopratutto il mignolo) perchè la cicatrice mi "lega" e "tira" quindi mi rende difficili i movimenti

I medici che mi hanno operato mi hanno detto che nervi e tendini erano a posto, quindi mi chiedo: è normale avere questi fastidi a quasi un mese dall'intervento? o possono esserci dei problemi (aderenze della cicatrice, vetri rimasti nella ferita, ecc...)

Sono stato trattato, purtroppo, in modo molto sbrigativo da questi medici....Confido in una vostra risposta e ringrazio per il prezioso servizio che offrite!



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

i disturbi da lei descritti sono abbastanza normali, potendo persistere anche per un periodo più lungo (2-3 mesi dall'intervento).

Non posso dirle nulla circa la possibile permanenza di piccoli corpi estranei all'interno: talvolta accade, soprattutto con frammenti di vetro chiaro, difficili da distinguere o palpare se molto piccoli.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
Grazie dottor Leccese
per la Sua risposta.

Ci sono dei modi per far scomparire il gonfiore? (ad es., una fisioterapia o altro...)

Se non vedo miglioramenti sia per le scosse che per la scarsa sensibilità /gonfiore, dopo quanto tempo mi consiglia di fare una nuova visita medica?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Le conviene semplicemente aspettare.

Se le scosse non migliorano entro 2 mesi, si faccia rivedere.
[#4] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore
Le scrivo di nuovo a distanza di due mesi.
Le scosse non ci sono più, ma è sopraggiunto un altro problema.

Una parte della cicatrice è arrossata e in rilievo, e molto sensibile al tatto, tanto che diventa molto fastidioso fare certi movimenti, è come se fosse "pelle viva".
Questo riguarda solo un aporzione della cicatrice.

E' normale processo di guarigione? devo ancora aspettare?
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Se la cicatrice è arrossata e in rilievo (cordoniforme, ipertrofica), vuol dire che non è ancora completo il processo di assestamento.

I disturbi locali dovrebbero perlomeno attenuarsi, forse scomparire del tutto, quando la cicatrice sarà diventata soffice, chiara e piatta.

Aspetterei almeno un altro mese.

Esistono cerotti o creme che aiutano la cicatrice a sgonfiarsi.