Utente 343XXX
dopo un incidente dovuto da una crisi epilettica, 2 mesi dopo mi è stato diagnosticato all'ospedale di pordenone un artrite. Ho cominciato cosi la pratiche per un intervento effetuato il 27 marzo 2014, a distanza di due settimane, sebbene abbia seguito scrupolosamente le indicazioni datemi non vedo nessun genere di piccoli segnali di miglioramento. Con esito: trauma 3^ dito mano dx distacco paracellare f2 , residua rigidità e deviazione radiale del medesimo son cosi stato operato con una tenoartrolisi articolare.
Dato che l'operazione potrebbe anche non dare risultati sufficienti, il dolore esiste e la presenza stessa del dito è diventata quasi un impiccio: potrei pensare ad un amputazione e applicazione di una protesi?
grazie per il servizio e per il tempo concessomi....

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

non capisco proprio: parla di distacco osseo parcellare della seconda falange e poi parla di ipotetica amputazione...???

C'è qualcosa che non mi torna..

Direi che è ancora all'inizio, visto che l'intervento è di sole 2 settimane fa.

Deve aspettare che la situazione si assesti (almeno 2 mesi ancora).

Buona giornata.