Utente 307XXX
Salve gentili dottori,
il 10/04 sono stato operato per una fistola. Purtroppo il chirurgo ha optato per la tecnica aperta. Dopo ben 9 giorni i dolori ed i fastidi non accennano a diminuire, anzi! Dopo ogni medicazione (straziante) il dolore che avverto in ogni piccolo movimento aumenta e non diminuisce più... quindi dal giorno dellìoperazione è stato un crescendo ... Mi sono stati prescritti degli antidolorifici che però non hanno effetto. Oltre a questo, la ferita rilascia ingenti quantità di liquido pruriginoso e, come sapete, questo è il weekend di pasqua, dovrò aspettare martedì per cambiare le garze, ma già da oggi (sabato) sento che tutto l'apparato di garze e copertura è bagnato. mi consigliate di andare in un pronto soccorso e farmi medicare lì? Infine, giusto per curiosità, il fatto che ci siano queste secrezioni di liquido acquoso, da cosa è causato? Significa che il processo di rimarginazione della ferita è avviato o che ci sono problemi?
Infine mi consigliate posizioni da assumere, cibi o qualunque altra cosa che possa velocizzare il decorso post operatorio?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile utente.
Una secrezione "acquosa" e non purulenta è normale, come lo è il prurito, queste non termineranno fino a completa cicatrizzazione..
Quando è possibile, per evitare odori sgradevoli e sovrapposizioni batteriche(Piocianeo) che conferiscono un colore verde bluastro alla medicazione, è preferibile medicare e sostituire lo zaffo ogni giorno
Provi in un pronto soccorso o si rivolga ad un infermiere, concordo che non è possibile aspettare fino a martedì.
Eviti di pressioni prolungate sulla ferita, queste possono compromettere l'irrorazione ed allungare i tempi di guarigione.L'uso di particolari prodotti per le medicazioni le saranno prescritti o applicati all'occorrenza.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 307XXX

Iscritto dal 2013
Gentili dottori,
il processo di guarigione continua abbastanza bene e perfortuna i dolori sono diminuiti di molto. Vorrei solo chiedervi quando si ridurranno le secrezioni ed il sanguinamento... nel mio caso la ferita è leggermente più grande della norma, ma comunque l'abbondanza delle secrezioni mi sta creando problemi in quanto a partire da poche ore dalla medicazione mi ritrovo già tutto bagnato e aspettare due giorni mantenendo intatto l'apparato di garze e cerotti non è affatto facile. A questo si aggiunga il fatto che stare seduti fa si che il cerotto bagnato si apra ed una volta sono fuoriuscite le garze... Dato che ho un paio di esami universitari fra qualche giorno, il pensiero di sanguinare nel bel mezzo del compito non mi fa stare tranquillo. Avete consigli o sapete dirmi per quanto ancora sarà così? Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Queste secrezioni accompagneranno il suo decorso post operatorio fino alla completa chiusura della ferita.
Il consiglio è di cambiare lo zaffo e di eseguire le medicazioni, se è necessario, anche più volte nella giornata.