Utente 328XXX
Circa tre settimane fa ho fatto l'intervento citato in oggetto con anestesia spinale. Passati gli effetti dell' anestesia ho accusato un dolore alla schiena nei pressi dell' iniezione e una insensibilità al dorso della caviglia. Dopo quattro giorni, ho percepito un dolore lungo tutta la safena trattata e "scosse" ed "aghi" al malleolo. A tutt'oggi i disturbi (a parte quelli alla colonna) persistono.. Visto che alla visita di controllo non mi hanno detto assolutamente nulla, sapreste dirmi voi il motivo di tutto ciò e se i disturbi possono essere temporanei o... permanenti? Premetto che la deambulazione e' normale.
Vi ringrazio per l' attenzione concessami e in attesa di una vostra cortese risposta vi invio cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buongiorno, mi permetto di escludere complicanze legate all'anestesia spinale. La dolorabilità avvertita temporaneamente in regione lombare, si. E' un sintomo a volte riferito e direttamente proporzionale ai tentativi effettuati per il posizionamento dell'ago. La restante sintomatologia sofferta invece no. Tenga presente che nello stripping della safenectomia (in zona inguinale, triangolo di Scarpa) si lavora abbastanza vicino al nervo femorale che innerva praticamente tutta la gamba anteriormente inoltre si effettuano delle varie legature sul decorso della vena per tutto il decorso con minuscole incisioni che poi hanno uno-due punti di sutura. Potrebbe quindi essere legato tutto ad un problema chirurgico. Non mi preoccuperei oltre se la motilità dell'arto non ne è interessata e lascerei passare ancora qualche giorno.
Se la persistenza della sintomatologia dovesse proseguire può effettuare una elettromiografia della gamba interessata per valutare eventuali deficit.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la sua cortese risposta. Escludendo l'anestesia, i problemi sono legati all'intervento e quindi vedrò se con il passare di alcuni giorni i sintomi miglioreranno. Grazie ancora e cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
In realtà l'intervento cui è stata sottoposta (sclerosi endolaser della Safena), non prevede accesso alla crosse nel triangolo di Scarpa, né legature lungo il suo decorso; la procedura viene per altro limitata al tratto sovragenicolare della Safena e non interessa quello di gamba, ove più facilmente possono occorrere lesioni del nervo Safeno.
Escluse problematiche legate all'anestesia, resterebbe come unica spiegazione un interessamento dovuto a propagazione dell'onda di calore del laser o ad una elastocompressione incongrua.
Ci tenga eventualmente informati
[#4] dopo  
Dr. Emanuele Ferrero
32% attività
0% attualità
8% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Gentile utente,

visto che l'intervento è stato eseguito in anestesia spinale e con tecnica laser. Il suo disturbo potrebbe essere si un 'irritazione nervosa (per eventuale trasferimento del calore per conduzione nei tessuti vicini tra cui quelli nervosi oppure per esacerbazione di un disturbo latente alla schiena indotto dalla posizione in sala operatoria e nel post operatorio). Irritazione che generalmente si auto estingue spontaneamente in un periodo di tempo variabile (di solito da qualche giorno fino a qualche mese). Il suggerimento che mi sento di darle è quello di farsi valutare sia dal chirurgo che dall'anestesista che l'hanno trattata. Sicuramente loro sapranno rassicurala e darle le indicazioni terapeutiche adeguate.
[#5] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Ill.mi, innanzitutto vi ringrazio per il vostro interesse personale, non dimostratomi purtroppo dall'equipe che ha effettuato il mio intervento... (non mi hanno nemmeno consigliato una visita di controllo a distanza di tempo). Il mio intervento è stato per così dire, misto, oltre alla sclerosi laser della safena, sono intervenuti anche su rami varicosi di gamba: mi ritrovo con due incisioni: una all'altezza del polpaccio e l'altra sotto il ginocchio, quasi all'incavo, incisioni che al tatto risultano dure e dolenti. A tutt'oggi (tre settimane dall'intervento) non è cambiato nulla: il dorso della caviglia è insensibile, il malleolo, a tratti è dolorante e sento come delle scosse, e lungo la safena percepisco una trazione (come un elastico teso). Non mi soffermo sul lato estetico della gamba... è molto meglio. Ora, visto che pratico attività fisica abbastanza intensa e di frequente, dopo un mese di convalescenza, posso ritornare alle vecchie abitudini, fermo restando i disturbi che ho, oppure li posso peggiorare? Vi ringrazio nuovamente in attesa di una vostra eventuale risposta e vi porgo cordiali saluti.