Utente 508XXX
Andremo dalla mia ginecologa tra qualche settimana, nel frattempo posso sottoporle lo spermiogramma ( criteri WHO 1999) di mio marito - ci preoccupa la morfologia- .

Volume 3,5 ml colore paglierino coagulazione presente viscosità: diminuita liquefazione: completa odore: s.g ph: 7,4 cellule rotonde/mm3: 700 leucociti/mm3: 100 emazie: assenti cellule epiteliali: presenti agglutinati: assenti cellule germinali immature: presenti

NUMERO SPERMATOZOI/MM3 : 21000

MOTILITA' DOPO 60: 52% DOPO 120 : 48%
DOPO 60 PROGRESSIVA RAPIDA: 2% PR.RAP DOPO 120 : 0%
DOPO 60 PROGRESSIVA LENTA: 28% PR. LENTA DOPO 60: 28%
DOPO 60 DEBOLE O IN SITU: 22% DEBOLE O IN SITU DOPO 120: 20%

FORME NORMALI: 7%
FORME ABNORMI: 93% di cui 74% anomalie della testa, 0% tratto intermedio e coda e 19% testa, tratto int e coda
NOTE: NUMEROSI SPERMATOZOI ACEFALICI

TEST DI SEPARAZIONE NEMASPERMICA, TRATTAMENTO MINI- PERCOLL
liquido trattato: 1 ml, gradiente 1 ml, volume finale della preparazione 1 ml

TOTALE SPERMATOZOI CON MOTILITA' /MM3 : 3000
SPERMATOZOI CON MOTILITA' RETTILINEA PROGRESSIVA (A+B): 10 + 60%
FORME NORMALI: 10%

MAR TEST
AGGLUTINATI: 0%

La ringrazio se potrà darci delle delucidazioni e suggerimenti su cosa fare. Cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
cara lettrice,

sembrerebbe trattarsi di un esame seminale che evidenzia non molti spermatozoi, dotati di bassa motilità e con morfologia intensamente alterata come per kla esistenza di una qualche patologia testicolare.
Visita dall'andrologo, ripetizione dell'esame seminale ( per confermare o smentire tali dati negativi) altre indagini a giudizio dello specialista
con questo esame una fertilità appare estremamente ridotta
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 508XXX

Iscritto dal 2007
Innanzitutto grazie per la celerità della risposta. Lei ritiene che possa farmi prescrivere degli esami dal mio medico di base che possano essere utili all'andrologo per abbreviare i tempi, per accertare eventuali stati infiammatori o altro .Capisco dalla sua risposta che parlando di patologie non si riferisce a delle banali infiammazioni, ma io soffro di candide recidive e di escherichechia coli ed è possibile che comunque qualche forma batterica gliel'abbia trasmessa, può essere utile un' urinocoltura? Capisco che non avendo in mano dei dati può fare solo delle ipotesi , ma per patologie testicolari cosa intende, potrebbe anche trattarsi di un varicocele? Durante una prima visita andrologica cosa può essere accertato? Grazie