Utente 915XXX
Gentili Medici,
ho scritto diverse volte su questo sito. Sono un soggetto certamente ansioso, e anche "cardiofobico", non lo nego. Vengo al punto: ho febbre da circa 6 giorni. Non ha mai superato i 38 gradi. Per i primi 3 giorni ho assunto tachipirina, sperando che la febbre passasse spontaneamente. Ma niente. Ho cominciato ad assumere antibiotico domenica scorsa. Dopo 2 giorni di antibiotico (ieri sera), la febbre era ancora tra 37.6 e 37.9. I pochi sintomi che ho sono mal di gola quando deglutisco o sbadiglio, tensione addominale (basso ventre sinistro), poco appetito, fiacchezza e un pò di mal di schiena. Ho anche diverse extrasistoli. Preciso che quelle le ho da diversi anni ormai quotidianamente, e se queste possono essere in alcuni casi un sintomo (seppur generico) di miocardite, per un soggetto che ne soffre da anni, diventa difficile capire se sono quelle che hai sempre avuto, o ci sarebbe da preoccuparsi perchè magari questa volta dovute a qualcosa di diverso! Sono residente in un' altra città, ed ancora non ho provveduto a procurarmi un medico provvisorio o sostituirlo. Quindi ho solamente parlato telefonicamente con il mio attuale medico. Detto questo, il mio cruccio principale è la miocardite. So (correggetemi se sbaglio), che più passa il tempo in cui l'infezione è in atto, più ci sono probabilità che attacchi il cuore (seppur raramente). Come posso escludere che stia succedendo questo? Non ci dormo la notte ..
Grazie, cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Lei è completamente fuori strada...perchè mai pensare ad una miocardite ???? Curi bene la sua forma infettiva e vedrà che non svilupperà alcuna miocardite.
Cordialmente