Utente 339XXX
Salve dottori,
domenica ero in vacanza sdraiato sul letto e ho avvertito un'extrasistole che si è prolungata nel tempo. Per prolungata nel tempo, intendo la sensazione di una serie di extrasistoli legate tra di loro della durata totale di circa 10~15 secondi. La cosa mi ha spaventato un po' perché è la prima volta che mi capita una cosa del genere. Mi sono alzato in piedi e mi sono agitato ma poi mi sono risdraiato sentendole smettere.
In varie fasi della mia vita ho sofferto di extrasistoli e ho fatto anche vari esami: elettrocardiogramma, ecg sotto sforzo (cyclette), ecocolordoppler e addirittura risonanza magnetica cardiaca. L'unica cosa che è stata riscontrata sono stati dei BEV monomorfi isolati all'acme dello sforzo per quanto riguarda il test da sforzo.
La cosa che mi spaventa è: non può cedere il cuore con una serie così lunga di extrasistoli? Mi sembrava non passare mai il tempo... Non avvertivo giramenti, non avevo perdite di forze... solo questo battito mancato alternato e seguito da uno più forte.
Devo preoccuparmi secondo voi? Può qualche patologia non riscontrata da questi esami provocare queste cose?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Si che deve preoccuparsi.....
ma non per le extrasistoli....E' l'ansia il suo reale problema e per quello deve interpellare uno psicologo, non noi cardiologi. Non sottovaluti questo aspetto.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
Sono già in cura per l'ipocondria perché è una cosa che vorrei superare definitivamente.
Cerco di fare dei passi in avanti ogni volta ma il cammino è complicato.
Mi sentivo così tranquillo quel giorno e sentire il cuore rispondere così per tutto quel tempo mi ha messo molta paura.