Utente 350XXX
Il dentista mi ha consigliato di estrarre il settimo a causa di un dente del giudizio incluso con radici estremamente vicine al nervo mandibolare destro.
Secondo il suo parere questa sarebbe la soluzione meno rischiosa per permettere al dente del giudizio di spostarsi da quella posizione scomoda senza intaccare il nervo durante la successiva estrazione dello stesso.
L'inclusione del dente del giudizio inoltre non è totale ma questi è già a contatto con il settimo.
La soluzione del dentista infine è stata mossa dal fatto che da qualche settimana ho disturbi durante la masticazione e all'udito dell'orecchio destro.
Sono qui ora per un parere perché effettivamente i disturbi non sono di poco conto e tra un'estrazione del settimo e il rischio di una parestesia preferisco mille volte l'estrazione.
Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Sacrificare un dente verosimilmente sano per poi rendere più facile l'estrazione di un secondo dente "difficile" è un piano di trattamento del quale ci si potrebbe pentire in tempi molto molto brevi.
Prima di intraprendere una decisione in tal senso sarebbe opportuno consultare un professionista esperto in chirurgia orale che con buona probabilità ha le capacità per salvare "capra" (il nervo alveolare inferiore che rischia di esser leso) e cavoli (il settimo).
Senza un riscontro clinico e radiologico è impossibile esprimersi oltre.

Cordiali saluti