Utente 352XXX
Buona sera,
da sempre lamento problemi di eiaculazione precoce.
Quando faccio l'amore con mia moglie dopo 5 o 10 penetrazioni raggiungo l'orgasmo sopratutto se trovo maggiore resistenza nelle prime penetrazioni dovute allo scarso eccitamento della mia partner.
Se sono fortunato che mi viene concesso il "bis" duro di più anche se la "prestazione" non si può certo definire esaltante.
Ho provato con la masturbazione prima del rapporto e gli esercizi per il controllo del muscolo pc ma non hanno prodotto risultati.
Vorrei sapere quali possano essere le soluzioni al mio problema (anche di tipo farmacologico) e se una eventuale assunzione di viagra possa essere un aiuto per consentire alla mia partner di togliersi qualche soddisfazione di tanto in tanto.
Ringraziando anticipatamente, colgo l'occasione per porgere cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,puntare sulla ripetizione del rapporto nella stessa seduta,sulla masturbazione pre coito e su non validate ginnastiche muscolari perineali,non pira,a mio avviso,a nessun risultato permanente...Un esperto andrologo saprà come coniugare una terapia farmacologica con dapoxetina,con gli aspetti psicologici,
spesso,preponderanti in questo tipo di disagio sessuale.L'assunzione di sildenafil può risultare utile,sempre seguendo un piano strategico dettato dallo specialista.
Ho la sensazione che il suo rapporto con la partner non sia basato sulla convivenza,bensì sulla saltuarietà...programmata,fonte di ansia da programmazione Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

uno scarso controllo della eiaculazione potrebbe non essere legato a fattori patologici specifici.
Può valere la pena di dedicarsi, nella attività sessuale, inizialmente più alla donna ed al conseguimento del suo piacere e poi cercare di condividere le piacevoli sensazioni dell'orgasmo.
Qualche volta il viagra determina un ritardo nel conseguimento dell'orgasmo ma il fenomeno non è costante, va provato.
Esistono terapie con farmaci che agiscono sulla serotonina con cui i pazienti sentono di avere una migliore "gestione" del fenomeno eiaculatorio.
Chieda aiuto ad uno specialista
cari saluti
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
gentile Utente,
mi associo alle risposte del Dr Izzo e del dr Pozza.

Le strategie da lei attuate, appartengono alle strategie dette "fai da te", che nel tempo, soprattutto in assenza di una diagnosi clinica, mantengono la sintomatologia sessuale in vita.

Se pratica l'autoerotismo pre-coito, non farà altro che farlo di fretta e rinforzare la memoria corporea della "fretta", senza nuovi e più finzionali apprendimenti.

Per quanto riguarda le cause, in ambito sessuologico, si parla di multifattorialità:
vi sono diverse cause,a vari livelli (personali,di coppia,iatrogeni, da cattivo apprendimento sessuale,generali,psicologici,intrapsichici), che interagendo tra di loro,producono e mantengono il disturbo clinico.
La diagnosi andrologica è sempre il primo, indispensabile passo da intraprendere.

L’eiaculazione precoce inoltre, se non trattata, diventa gradualmente, la protagonista della vita dell’uomo e della sua compagna, esce dalla camera da letto per dilagare in ogni angolo della loro stessa esistenza…

Avere la consapevolezza del disagio e della non risolvibilità della disfunzione, senza un’adeguata terapia (calibrata a lei ed alla sua coppia), è il primo passo in avanti verso la guarigione.

L'aspetto affettivo/relazionale e sessuale va sempre considerato, così come le dinamiche della coppia in cui la sessualità abita.

la sessualità non è ginnastica, ma è un "essere, più che un fare".

le allego delle letture ed un canale salute, tutto sull'e.p




http://www.medicitalia.it/salute/eiaculazione-precoce

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/3854/Si-http://www.medicitalia.it/salute/eiaculazione-precoce-prevenire-l-eiaculazione-precoce-Quell-incontrollabile-fretta-del-piacere
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1358/Eiaculazione-precoce
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1190/Eaiculazione-precoce
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/963/Eiaculazione-precoce-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/3220/Eiaculazione-precoce
http://www.medicitalia.it/libri/9-eiaculazione_precoce_riflessioni_e_strategie_per_risolvere_il_problema.html
[#4] dopo  
Utente 352XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille a tutti.
Vista la delicatezza del problema mi son sempre fatto scrupolo a confrontarmi con un medico ma considerati le vs risposte penso di non potermi piùesimere.