Utente 353XXX
Buongiorno, dopo tutte le analisi del caso, per infertilità coniugale, che hanno evidenziato un'alta percentuale (96%) di forme anomale di spermatozoi e la presenza di nemaspermi con elevato indice di frammentazione del DNA (DFI 35%), l'andrologo mi ha consigliato una cura di 3 mesi con Sustanon 250 seguita da 3 mesi di Tostrex, dato che il Testosterone libero è 7,72 pg/mL. Il bugiardino del Sustanon dice che "può portare problemi di fertilità attraverso la soppressione degli spermatozoi".
Ha, quindi senso effettuare una cura simile, considerato che la mia produzione non è proprio altissima (32 mll)?
La soppressione degli spermatozoi può continuare anche dopo la cura?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
francamente non mi sembra di aver visto, in letteratura, lavori che sostengano tale tipo di approccio. Si faccia spiegare meglio il razionale.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

con una terapia del genere si potrebbe bloccare la spermatogenesi rendendo un soggetto azoospermico.
In passato si faceva questa terapia per trattare le forma di infertilità da anticorpi antispermatozoo.
Senza nessun giudizio sul collega, io sentirei un'altra opinione
cari saluti