Utente 167XXX
Gent.mi dottori mio padre (72 anni) nel 2012 ha avuto un infarto miocardico acuto anteriore senza persistente sopraslivellamento del segmento T conseguente a cardiopatia ischemica ipertensiva con funzione sistolica conservata. Gli è stato applicato uno stent medicato su PCI su IVA e POBA su D2. A distanza di una settimana è stata effettuata un'altra PCI di CX con due stent medicati.
La terapia che ha seguito in questi anni è stata: PANTORC 40mg;LOPRESOR 100 mg mezza sera mezza mattina; TRIATEC 10mg solo matttina; CARDIOASPIRINA 100mg dopo pranzo; PLAVIX 75mg sera (interrotto il 6 giugno 2014 sotto indicazione del cardiologo quindi dopo 18 mesi circa) ed infine CRESTOR 20mg. Tutte leanalisi sono state sempre nella norma a parte, nell'ultima visita, il valore delle piastrine 118.000/ul che ha indotto il cardiologo ad indicare la sospensione del plavix che, tra l'altro sarebbe dovuta avvenire 12 mesi dopo l'evento. I valori di colesterolo tot sono rimasti sui 119 con ldl 60 circa. Dopo aver avuto problemi col plavix, non più dispensato ma sostituito col generico adesso la regione sicilia ha escluso, se non dietro presentazione piano terapeutico e con difficoltà riguardo l'eventuale accettazione 8secondo tutti i farmacisti che ho contattato).Pertanto il medico generico ha sostituito il Crestor 20mg con il TOTALIP 20mg assicurando riguardo l'efficacia.Siccome il cardiologo è in ferie e, comunque mio padre ha ancora un blister di crestor, volevo chiederLe se vi sono problemi riguardo la situazione. Poi avrei un dubbio da profano, secondo ciò che le ho scritto la prima angioplastica è stata effettuata con 1PCA su IVA e 1POBA su D2 quindi un solo stent medicato?E poba, mi scusi la domanda, cosa significa?La seconda angioplastica invece era con due stent medicati su CX quindi mio padre ha in tutto, nelle coronarie, 3 stent medicati?le sembrerà sciocco ma quando chiesi al primo intervento se lo stent era medicato o meno il cardiologo mi ha risposto:"Questo a lei non interessa....".Ah...parlo di un ospedale policlinico universitario....Grazie per eventuali riscontro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il Crestor (rosuvastatina) e il Totalip (atorvastatina) sono 2 farmaci entrambi validi nel controllo dell'ipercolesterolemia, in particolare associata a cardiopatia ischemica (come nel caso di suo padre). Quindi a mio giudizio può tranquillamente sostituire le due molecole. Per quanto riguarda l'angioplastica, POBA stà per "Plain old balloon angioplasty" che significa dilatazione di una coronaria stenotica utilizzando un semplice "palloncino", senza eseguire l'impianto di uno stent. In ogni caso questi effettivamente sono aspetti tecnici che riguardano valutazioni mediche. Lei deve semplicemente essere messo al corrente che uno stent medicato ha minori probabilità di richiudersi nel tempo rispetto a un "non medicato", ma per questo deve essere eseguita una profilassi con doppia antiaggregazione (comprensiva del Plavix) per un tempo sufficientemente lungo (anche oltre i 12 mesi, in dipendenza del tipo di paziente trattatto).
Cordialmente