Utente 349XXX
Salve Sig. Dottori mi chiamo Livio e ho 21 anni . Sono qui perchè molti dottori non mi capiscono oppure fanno diagnosi che non mi soddisfano perchè essendo un tipo ansioso e ipocondriaco dicono che deriva tutta dalla mia mente solo che questa volta, lo ammetto, non sono per niente d'accordo con chiunque abbia consultato. Da circa 5 mesi mi sento stranissimo. Tutto è iniziato il 10 marzo quando improvvisamente mi svegliai con un peso, un' oppressione al torace niente dolori. Andai dal mio medico curante che disse che era solamente una tracheite e mi diede una cura con Cefixoral 400. Niente non mi soddisfava e quindi andai al P.S. dove un bravissimo dottore, che era il secondo, perchè la prima era una incompetente secondo me, mi fece ECG, enzimi e RX al torace tutto negativo. Cosi andai su internet e dicevano tutti infarto infarto e infine INFARTO. Andai in palla cosi per curca 10 giorni ho avuto gli attacchi di panico e ansia quando improvvisamente si tolsero da soli. Feci la cura per 5 giorni e mi passò ma solamente per un giorno dopodichè mi è venuto di nuovo. Improvvisamente ad Agosto, era la metà credo, mi venne un dolore al braccio sinistro che tutt'oggi non si toglie anzi questo si verifica al isveglio, dopo mangiato, a riposo e la sera oppure a volte ce l'ho per tutta la giornata con dolori al petto però divisi una volta uno e una volta l'altro. Inoltre e da un po di tempo che non riesco a digerire bene, ho sempre mal di stomaco dopo mangiato e un ansia tremenda e inoltre ho difficoltà a respirare. Non ce la faccio piu vi dico la verità. E da una settimana che ho anche tossi e muchi il dottore di base mi ha riscontrato una seconda tracheite. Il carissimo Dott. Cecchini mi disse che tutto cio non era collegato al cuore però io ho ancora questi disturbi inoltre noto che quando mi viene questa oppressione al petto passa se cambio postura cioè se mi metto dritto. E poi ho anche dolori ai molari e mascella e il cuore come se desse delle botte quando sto a letto e seduto. Ora vorrei sapere: Puo essere un disturbo cardiologico? Potrebbe essere un principio d'infarto? Sarebbe gia successo qualcosa? Da premettere che io fumo ( spero che non lo legga il Dott. Cecchini gia avuto una grandissima ramanzina in passato ), sono snello, ho fatto sport a livelli agonistici fino a due anni fa dove ogni anno facevo test sotto sforzo e non hanno mai riscontrato nulla foerunatamente. Ditemi voi come dovrei agire? Voglio ringraziare ancora una volta il prof Cecchini.
Cordiali saluti e grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
che le piaccia o no lei deve farsene una ragione....a mio giudizio (e a quanto pare di tanti colleghi diversi) lei è solo un soggetto affetto da un'ansia patologica e per questo ha bisogno delle cure specifiche (che non sono ovviamente cardiologiche). Provi a consultare uno psicologo e se non dovesse essere sufficiente, per eventuali prescrizioni mediche, deve far riferimento ad uno psichiatra.
Saluti cordiali