Utente 273XXX
Mio marito a seguito cura con topster , rocefin, permixon e SperginQ10, ha migliorato i parametri dello spermigramma ed eliminato i batteri. Rimane solo un valore di forme atipiche del 94% (forme normali 6%). L'urologo dice che la sua fertilitá é comunque buona e di mettere in programma l'intervento al varicocele (sinistro di II grado) mentre la mia ginecologa mi ha detto di metterci in lista per la fecondazione assistita per non perdere tempo. Ora siamo confusi. L'operazione al varicocele potrebbe migliorare la situazione e dopo quanti tempo si vedrebbe? Conviene comunque farla? Mio marito ha 44 anni ed io quasi 39.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

vista l'età che denuncia e pure l'età di suo marito è bene non perdere molto tempo e decidere rapidamente la strategia terapeutica corretta da seguire che solo un andrologo, con chiare competenze in patologia della riproduzione umana e dopo una attenta valutazione clinica diretta, è in grado di darvi.

Comunque, se desidera avere informazioni più dettagliate su come e quando trattare un varicocele, tema andrologico particolare e complesso, le consiglio di consultare anche l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html .

Un cordiale saluto.