Utente 327XXX
Buongiorno e ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

Prossimamente per un problema di helicobacter pylori allo stomaco dovrò fare un ciclo di antibiotici per una settimana con:

* PARIET 20mg x 2/die prima di colazione e cena
* VECLAM 500mg x 2/die dopo colazione e cena
* VELAMOX 1g x 2/die dopo colazione e cena

Ho letto tra le controindicazioni che possono rallentare il battito cardiaco. Ci sono problemi visto che prendo il Bisoprololo e sono di mio bradicardico, a riposo sono intorno ai 50 battiti con punte anche di 43?

Attualmente ho in corso una terapia con Losartan 100 al mattino e Bisoprololo 1.25 alla sera per il controllo della pressione e per episodi di tachicardia (non più riscontrati da oltre 6 mesi)
La pressione attualmente mi sembra buona, al mattino al risveglio intorno ai 130/80, in altri momenti a riposo intorno ai 120/72.

Soffro anche di extrasistoli: alcuni giorni passano senza che ne percepisca alcuna, a volte ne sento mediamente una all'ora ma non per tutta la giornata, altri giorni compaiono in una parte della giornata, 8/10 in una mezzora e poi a scemare, fino a non sentirne alcuna.

Il mio cardiologo, che mi segue da un anno, mi dice che la terapie per il cuore va bene, di stare tranquillo e fare la cura per lo stomaco senza problemi.

Ho letto che l' helicobacter pylori allo stomaco può essere una causa delle extrasistole, è vero?

Cordilai saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Buongiorno, in generale puo capitare che problematiche gastroenterologiche possano facilitare la presenza di extrasistoli.
Il suo cardiologo l'ha giustamente rassicurata sulla possibilità di assumere la terapia per h pylori, eventualmente nei primi giorni può prestare attenzione alla sua frequenza cardiaca.

Cordiali saluti
Alessandro Durante
[#2] dopo  
Utente 327XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio dott. Alessandro per la risposta al mio dubbio e per la velocità.

Io, mi sono un po' preoccupato, perché leggo che la bradicardia sotto i 50 battiti è considerata grave. Devo anche dire, che ho letto un commento di un suo collega, che diceva che in alcuni casi, la bradicardia se non crea problemi (ipotensione ecc.) , può essere considerata positiva, un cuore efficiente che con pochi battiti, sforzandosi poco, riesce a fare il suo dovere.

Cordiali saluti e grazia a Lei e ai sui colleghi.