Utente 360XXX
Buongiorno,
vorrei un vostro parere su un problema che sto avendo dall'estrazione di uno dei denti del giudizio inferiori oltre due mesi fa, in anestesia generale.
Soffro essenzialmente di parestesia alla meta' destra della lingua. Per quanto abbia notato (lenti) miglioramenti rispetto alle prime settimane dopo l'intervento, ancora provo ipoestesia e molto fastidio (difficile da descrivere la sensazione precisa).
Ho avuto per un certo periodo un forte formicolio come elettrico che ora e' scomparso ma un diverso fastidio permane.
Ho avuto per diverso tempo un senso di fastidio nei movimenti della lingua, ad esempio allungandola ecc, ma ora questo e' scomparso.
Ancora pero' ho una sensazione fastidiosa quando parlo (non ho difficolta' a parlare ma provo fastidio alla lingua quando pronuncio consonanti che ne prevedono il coinvolgimento).
Inoltre, saranno circa 3 settimane che la situazione e' relativamente stabile (nel senso che alcuni giorni mi sembra di stare meglio, altri peggio, ma non vedo miglioramenti stabili).
Mi domando, sulla base della vostra esperienza, quali siano le probabilita' di un recupero per intero e, eventualmente, la tempistica e se si possono riconoscere dei sintomi "tipici" della guarigione.
Questo problema mi sta causando problemi a livello psicologico, specialmente dato che da diverso tempo non noto miglioramenti.
Ringrazio chiunque voglia darmi il proprio parere.
Molte grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Federico Servadio
24% attività
4% attualità
12% socialità
SAN GIULIANO TERME (PI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
La rigenerazione nervosa e quindi la sua sintomatologia possono migliorare fino al massimo per 12 mesi dopo l'intervento, oltre il quale il danno si considera permanente. Le sensazioni riferite fanno pensare che potrà ancora migliorare, ma è difficile dire se riuscirà a tornare alla normalità.
Si faccia rivedere dal chirurgo che l'ha operata.
cordiali saluti