Utente 361XXX
Buonasera,
circa un anno e mezzo fa, a seguito di un continuo fastidio al testicolo destro, mi rivolsi da un andrologo per una visita. Dal controllo non emerse niente di particolare, se non una piccolissima ernia e il testicolo mobile, ma assolutamente niente di grave. Tuttavia non sapendo a cosa legare il fastidio, l'andrologo mi disse di prestare attenzione ai momenti della giornata in cui avevo maggior dolore, così da capirne le cause. Il tempo passa e con i mesi capisco che il fastidio si acuiva il giorno dopo l'allenamento in palestra per gli addominali bassi. Fisso una seconda visita, con ecografia, e si scopre anche un varicocele di 2° grado (sempre al testicolo destro). Il medico propone l'operazione, ma senza forzare la mia decisione, in quanto non ritiene la cosa grave e soprattutto non garantisce l'annullamento di questo fastidio, in quanto non è detto che sia legato col varicocele.
E' passato un anno da quella ecografia e il fastidio va e viene (nel 90% dei casi il giorno dopo un elevato allenamento all'addome basso), ma mai è insopportabile.
E' il caso di affrontare questa operazione, oppure è semplicemente qualcosa legato all'attività fisica? Mi sono informato, sia sul vostro sito che altrove, non sembra niente di invasivo, ma rimane comunque un'operazione, quindi se possibile gradirei evitarla.
Inoltre, mi sono accorto che il fastidio si trasforma in dolore, come fossero piccole scosse elettriche, nel momento in cui tocco con mano la parte bassa del testicolo.
Ringrazio anticipatamente per le risposte e consigli che potrete darmi.

Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non è certo di facile interpretazione
l'intervento certo non assicura la scomparsa del fastidio
parlando di varicicocele le consiglierei comunque di eseguire almeno uno spermiogramma anche se ....

http://www.medicitalia.it/news/andrologia/2655-varicocele-molte-opinioni-poche-certezze.html
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,ll piano perineale,perinatale ed inguino scrotale si caratterizza per la ricchezza di terminazioni nervose che sono coinvolte nei momenti di piacere,paura e dolore...La presenza di un varicocele destro,raro e,spesso,espressione compensatoria di un varicocele sinistro,difficilmente da vita alla sintomatologia trasmessa e,principalmente,la sua correzione chirurgica la risolve.Infatti,spesso,la cicatrice che ne risulta,crea uno stato algico più acuto e costante.A naso,senza poter vedere,propenderei per un risentimento pubalgico/erniario,esaltato dalla attività sportiva che vede coinvolti i muscoli del basso addome.Ha mai eseguito uno spermiogramma con coltura?Cordialità.
[#3] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno.
No, mai eseguito ulteriori analisi rispetto a quelle elencate.
Faccio un'ipotesi: ammettiamo che dallo spermiogramma risulti tutto regolare, mi conviene intraprendere lo stesso la fase di operazione al varicocele, oppure è meglio cercare di capire se questo fastidio è un risentimento pubalgico/erniario?
Ricordo che oltre al varicocele, il testicolo è "mobile", infatti in prima battuta ci fu anche l'ipotesi che il fastidio potesse essere una conseguenza di questo problema.
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...escluderei,a naso,la correzione del varicocele dx..Cordialità.