Utente 361XXX
Buonasera dottori il problema che ormai mi affligge da anni è una tachicardia continua presente soprattutto dopo i pasti ,accompagnata spesso da extrasistoli, con forti giramenti di testa e mancanza d'aria continua. Nel corso degli anni ho effettuato diversi esami quali holter 24h, eco cardiogramma , spirometria. Risultati tutti negativi. Mi chiedo quale possa essere la causa di questa continua tachicardia e soprattutto della mancanza d'aria che mi affligge in ogni momento della giornata e che rende ormai la mia vita impossibile. Ho 20 anni e vorrei risolvere il problema in qualche modo. Mi chiedo se sia opportuno ora cominciare un allenamento aerobico nella speranza che porti a qualche miglioramento . Voi cosa mi consigliate? Cosa dovrei fare per risolvere in qualche modo il problema? Grazie per la disponibilità .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Occorre capire se la sua tachicardia sia dovuta a un incremento del normale battito cardiaco (tachicardia sinusale) o se sia una vera e propria aritmia (tachicardia sinusale inappropriata). Nel primo caso bisogna distinguere se è motivata o immotivata (nel qual caso vanno ricercate le cause di incremento secondario dei battiti cardiaci, come ad es. in caso di anemia, ipertiroidismo etc), nel secondo caso (e la diagnosi è di esclusione della cause primitive pocanzi dette in associazione alle caratteristiche comportamentali della tachicardia all'Holter ECG) bisognerà decidere su una eventuale terapia farmacologica. Le consiglio di consultare un bravo aritmologo poichè stiamo parlando comunque di problematiche ultraspecialistiche.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la risposta. Ho già fatto anche analisi per la tiroide e per un eventuale anemia ma sono anche queste risultate negative. Hanno spesso attribuito il problema all'ansia, ma è possibile che l'ansia possa causare tutto questo?