Utente 362XXX
Salve, chiedo un consulto per mio figlio di 11 anni: in seguito ad un normale ecg peraltro ancora non obbligatorio per idoneità sportiva non agonistica è stato evidenziato un qtc ai limiti superiori ( 450 ) ed è seguito holter di 24 ore il cui referto è arrivato oggi ma probabilmente è stato eseguito senza valutare il qtc perchè non vi è informazione alcuna riportata riguardo al qtc; sono stati evidenziati 13 battiti extrasistole ventricolare di cui 3 in triplete,4 in coppie patologiche, 6 VE singoli;
113 battiti extrasistole sovra ventricolare di cui 2 in coppie atriali patologiche, 110 battiti tardivi, 1 era un PAC singolo; l' intervallo R-R più lungo è stato di 1,3 sec mentre l'intervallo N-N più lungo è stato di 1,3 sec; rilevata anche durante il sonno una bradicardia per 59 min comprendente una bradicardia di 41 sec con frequenza di 51 bpm; infine frequenza cardiaca media durante le 24 ore di 81 bpm e frequenza massima di 180 bpm ( quest' ultima penso dopo sforzo fisico).Durante le 24 ore dell' holter oltre alla normale vita quotidiana ho fatto fare a mio figlio una salita e discesa di scale di 4 piani seguita dopo mezzora da una corsa di 100m veloce e l'indomani mattina ( sempre con holter applicato) 3 km di passeggiata in bicicletta ma non so i suddetti episodi di extrasistole in quali momenti si sono verificati in quanto il referto arrivato a casa è di tipo sintetico mentre tra 10 giorni potremo vedere il referto completo in quanto abbiamo la visita finale in cui tra l'altro sarà eseguito anche ecocardiogramma; finora mio figlio non ha mai manifestato alcun sintomo ne di tipo cardiologico ne relativo ad altre malattie, ne a riposo ne durante attività sportiva ( calcio); nell'attesa della visita con il cardiologo avrei il piacere di porvi due domande:
1) il qtc a 450 se confermato è da considerarsi patologico ( in famiglia e parenti non mi risulta ci siano casi con tali problemi).
2) l'attività ectiopica sopra descritta che livello di gravità ha considerata sia la frequenza degli eventi che la tipologia?
Nell' attesa di una risposta saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
suo figlio deve essere valutato da una figura esperta in questo settore, ossia un aritmologo (un cardiologo con particolare competenza nei problemi del ritmo cardiaco). Occorre escludere una sindrome del QT lungo con relative aritmie ventricolari e questo non posso farlo a distanza per levie telematiche. A Bologna c'è un'ottima scuola aritmologica. L'Holter và inserito in un contesto clinico-strumentale adeguato e non mi sembra che si stia procedendo in questo modo, da quanto mi riporta.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 362XXX

Iscritto dal 2014
Egregio dr.Mariano Rillo la ringrazio per la risposta e seguirò i suoi preziosi consigli;
volevo infine aggiungere che personalmente ho eseguito numerosi ecg sia a riposo che sotto sforzo per motivi sportivi e di lavoro ( compreso un ecocardiogramma a cui ci siamo sottoposti l'anno scorso volontariamente sia io che mia moglie a titolo puramente precauzionale) ma non sono stati evidenziate anomalie riguardo il qtc;
nè io nè mia moglie però sappiamo come si comporta il nostro cuore durante il sonno
quindi immagino non si possa escludere in maniera sicura che uno di noi due possa avere una delle forme di qtc allungato che si manifestano durante il sonno e che potrebbe aver ereditato mio figlio...
Cordiali saluti.