Utente 322XXX
Gentili dottori,

nell'oggetto parlo di contrattura, ma che si tratti di tale non è stato appurato da un ortopedico/fisiatra ,bensì una sola volta da un osteopata dal quale non vado più per motivi che spiegherò.

Il fastidio di cui soffro è localizzato sulla spalla sx, in particolare sul muscolo trapezio nella zona che si trova alla base del collo.
Esso è cronico (è presente da inizio 2014) ed intermittente durante la giornata; si presenta come un bruciore e in qualsiasi momento è possibile percepire una sorta di protuberanza (come se fosse un nodo) facendo scorrere le dita dalla spalla verso il collo.

L'ipotesi dell'osteopata:
lamentando contrattura lato sx, dolore suboccipitale quotidiano e al 90% lato sx, e dolore temporale associato, egli ha ipotizzato che poteva trattarsi di uno squilibrio dei fasci muscolari principalmente causato dall'operazione all'encefalo (astrocitoma) che feci 10 anni fa e dalla cicatrice che mi aveva lasciato.
Dopo 3-4 sedute in cui avevo l'impressione che stesse praticando un trattamento blando e dopo aver notato che il dolore cervicale era in realtà bilaterale, ho deciso di sospendere (tutto ciò risale a poche settimane fa).

I dolori suboccipitali e temporali li ho risolti con un ciclo di Sirdalud 4mg durato 3 settimane e consigliatomi da uno specialista gnatologo; il problema alla spalla è rimasto completamente invariato.

Non so se può esserci un legame ma aggiungo un ulteriore dettaglio: da un anno soffro di senso di stordimento per il quale ho chiesto un parere in altri consulti ;la contrattura e i problemi di cervicale sono subentrati probabilmente dopo un paio di mesi.
Per lo stordimento a breve effettuerò ulteriori indagini (esame audiologico+ esame sangue) visto che in un anno non è stata trovata la soluzione; per il problema alla spalla vorrei avere un vostro parere.

Spero di essere stato chiaro ma soprattutto completo nella descrizione,
Grazie e buona serata
[#1] dopo  
Dr. Silvio Boer
28% attività
8% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
E' stato molto chiaro, meno chiaro purtroppo è fare una diagnosi in quanto lei ci riferisce in realtà un sintomo che di per sé stesso può essere causato da varie e molteplici cause e che s e già è di difficile interpretazione e trattamento con una visita approfondita capisce che per via telematica tutto diventa veramente più complicato. A volte le contratture muscolari sono il segno di difetti posturali o di postumi di vizi di posizioni viziate oppure disturbi dell'occlusione o postumi di interventi. Il consiglio quindi è quello di avere pazienza e affidarsi a controlli ripetuti dai vari Specialisti che si occupano di queste patologie facendo presente miglioramenti e complicanze a seconda dei trattamenti eseguiti. Ad esempio il gnatologo potrebbe alla luce di un controllo valutare l'impiego di un bite occlusale avendole per ora solo fornitole una terapia medica e un Ortopedico potrebbe valutare una eventuale infiltrazione di un punto cosiddetto Trigger irritativi in sede trapezio o eventualmente della spalla. Ci tenga informati sugli sviluppi, cari saluti Dr.Silvio BOER
[#2] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottor Boer,

grazie per la celere risposta.

Problemi di occlusione non ne sono stati rilevati nelle scorse visite, ma da poco mi è stato comunque consegnato un bite anche se è per un altro tipo di problema: il bruxismo (di notte).

Ciò che resta da fare è ,quindi ,una visita da ortopedico o fisiatra? Ho notato che in questi casi spesso vengono prescritti cicli di ultrasuoni/laser che per esperienza personale ritengo abbastanza inefficaci.
Massaggi o manovre sulla zona interessata non potrebbero essere indicate?

Grazie e distinti saluti
[#3] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
ps: intravede un legame tra il problema al trapezio presente da inizio 2014 e il senso di stordimento presente da 1 anno?
[#4] dopo  
Dr. Silvio Boer
28% attività
8% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Il bruxismo di per se' può' essere una causa di contrattura muscolare della muscolatura anche posteriore del rachide e quindi l'utilizzo del bite potrebbe essere di per se'gia'una buona soluzione. La visita Ortopedica potrà' servire a dare le giuste indicazioni per un trattamento medico,strumentale o manuale a seconda della diagnosi precisa che fara' il collega e che riterrà di avvalersi della persona o centro abilitato al trattamento del suo caso. Il senso di stordimento e' un dato suo soggettivo che e' di difficile valutazione in relazione alla contrattura e deve essere messo in relazione con i dati cilici che possono emergere dalla visita. Cordiali saluti Dr.Silvio BOER