Utente 365XXX
Salve mi sono operato due settimane fa alla fistola sacro coccigea, avevo 4 fistole e prima dell'estate, più o meno alla fine di giugno mi sono operato per togliermi l'ascesso che si era formato. Volevo chiedere, perché quando (mi imbarazza dirlo) masturbavo l'ascesso si ingrandiva tanto da doverlo incidere.
La seconda cosa che volevo chiedervi era: adesso sono passate due settimane dall'operazione e ho la ferita aperta con lo zaff,non nego mi sono masturbato e andando a cambiare lo zaff , era rimasto attacco alla ferita senza staccarsi e ho sofferto le pene dell'inferno (poi siccome la cambio ogni due giorni,ogni volta che la cambio non sento mai lo stesso dolore provato come quella volta). Mi chiedo, ogni volta che ripeterò l'atto della masturbazione,o farò sesso dovrò preoccuparmi?
E per colpa della masturbazione che la garza è rimasta attaccata alla ferita?
Spero in una vostra risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Non vi è una correlazione diretta tra le due cose, ma fino a quando la ferita non sarà guarita, eviti pratiche in qualche modo che possano andare a traumatizzare la parte operata.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 365XXX

Iscritto dal 2014
Ah,grazie.
Ma secondo un suo parere quanto può metterci a guarire e chiudersi una ferita di questo tipo?
Grazie ancora per la risposta
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Non esiste un tempo fisso, dipende dalla ferita e dal soggetto, in media dai 2 ai 6 e più mesi in soggetti obesi.
Saluti