Utente 327XXX
Gent.mo dottore,
Ieri sera sono caduta pattinando. In particolare sono caduta all'indietro ritrovandomi seduta per terra con il ginocchio destro molto dolorante. Alcuni anni fa sono stata operata per rottura del LAC, quindi so cosa si avverte in caso di rottura di un legamento e posso dire che questa volta il dolore è stato intenso ma non ho sentito il "crac" dell'altra volta. Ieri sera dopo l'infortunio mi sono recata al pronto soccorso ed il referto è stato il seguente: "anamnesi: infortunio sportivo con trauma ginocchio dx.
Eo: non apparente zoppia, ginocchio asciutto e stabile, articolarità completa, rime articolari non dolorabili, apparato estensore integro.
Note e prescrizioni: riposo funzionale, arto sollevato e piede antideclive, crioterapia locale, analgesico al bisogno, nuovo controllo del medico di base al termine della prognosi, al persistere della sintomatologia potrebbe essere indicato esame rm mirato
Prognosi: gg clin. 3 s.c. + comp ASL"
Io però tutt'ora avverto un forte dolore localizzato nella zona posteriore esterna del ginocchio, in particolare quando mi siedo, mi alzo e scendo e salgo le scale. Inoltre da questa mattina,camminando, avverto uno "scatto" del ginocchio. Sinceramente non so se fa parte del decorso oppure no, per questo ho scritto. Il medico del pronto soccorso mi ha sostanzialmente detto che è tutto apposto e non ha ritenuto opportuno neanche farmi fare un rx. Lei cosa mi consiglia? Basterà riposo e ghiaccio?
[#1] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella
48% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Una risonanza magnetica non ha senso prima di almeno tre settimane dal trauma, quindi se a tre settimane sarà guarita, non sarà necessario farla.
Invece ha senso eseguire una RX se il ginocchio non guarisce dopo i 3 giorni previsti. Poiché Lei ha scritto il giorno successivo alla visita, è normale che Le facesse ancora male.
Ora come va?

Distinti saluti