Utente 367XXX
Gentili Dottori,
pratico bodybuilding da numerosi anni oramai, ed alla fine del mese di novembre, nel corso di una seduta di allenamento (eseguendo degli stacchi da terra), ho rimediato un infortunio nella zona lombo-sacrale.
il dolore era tale che sono stato costretto ad andare al pronto soccorso, ove mi è stata diagnosticata una lombo-sciatalgia acuta, da curare con iniezioni intramuscolari di artrosilene e miotens per circa 5 gg.
Superata la fase acuta, su suggerimento del medico curante,onde verificare la presenza di eventuali patologie discali, ho provveduto ad effettuare una TAC dal cui referto è emerso quanto in oggetto alla presente.
posto che il mio medico curante non ha ritenuto fosse necessario il consulto di un ulteriore specialista, mi ritrovo ora piuttosto confuso.
Vorrei gradualmente tornare ad attività fisica pre-infortunio, e di conseguenza, parlare con uno specialista che possa guidarmi nel recupero. Con quale specialista dovrei confrontarmi ora? Ortopedico, fisiatra, medico dello sport o un fisioterapista?
grazie per l'attenzione,
cordialmente
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Escludendo il fisioterapista, che non essendo medico non è abilitato a visitare né a prescrivere accertamenti per cui non può fare diagnosi né di conseguenza prescrivere terapie, gli altri tre professionisti sono tutti medici specialisti che possono essere utili nel Suo caso, in particolare il fisiatra è quello che può "guidarLa nel recupero". Nell'attesa sospenda qualsiasi attività fisica che coinvolga la schiena (flessione, torsione, sollevamento di pesi, salti, corsa, ecc.), in attesa di conoscere le reali condizioni della Sua colonna, alle quali dovrà in parte adattarsi, perché la "piccola ernia del disco" è espressione di un danno del disco non riparabile ma anzi soggetto a peggioramento.
Cordiali saluti